Home » Viaggi Africa » Zanzibar “fai da te”: le cose da sapere

Zanzibar “fai da te”: le cose da sapere

Vacanze a Zanzibar
Vacanze a Zanzibar: segui i nostri 5 consigli!



Recarsi su un’isola esotica per una vacanza è certamente un sogno di molti: spiagge bianche, mare cristallino e palme a perdita d’occhio. Purtroppo questo tipo di vacanza viene associato all’idea di una spesa molto elevata e come diretta conseguenza, viene scartato anche solo il pensiero di recarvisi. E se invece fosse possibile fare un viaggio low-cost verso una delle isole esotiche più famose e gettonate dell’Oceano Indiano?

Stiamo parlando di Zanzibar, isola dell’omonimo arcipelago che comprende anche la più piccola Pemba, oltre a diverse isole minori, sia di importanza che di estensione: essa è situata davanti alle coste della Tanzania a cui appartiene politicamente, pur rivendicando una certa autonomia. Le coste dell’isola sono lambite dall’Oceano Indiano e protette da una lunga barriera corallina che si estende molto lontano dalla costa stessa. Recarsi a Zanzibar senza spendere un patrimonio è possibile, basta seguire qualche piccola accortezza che vi aiuterà a distinguervi dal turismo di massa e farà di voi dei veri e propri viaggiatori.

Per questa destinazione le agenzie di viaggio (soprattutto quelle Italiane) tendono a proporre pacchetti fin troppo completi e lussuosi, in genere con volo charter e soggiorno in resort a 4 e 5 stelle. Bellissimi, questo è sicuro, e perfetti per un viaggio speciale, ma anche molto costosi. Le strutture più modeste ed economiche devono quindi essere cercate da soli; se da un lato ci si dovrà un po’ adattare a degli standard qualitativi bassini, dall’altro si vivrà una vacanza più in armonia con il luogo.

Ecco 5 consigli per trascorrere a Zanzibar una vacanza low cost, senza rinunciare alla classica vita da spiaggia, tra sole, mare e palme.

Voli per Zanzibar

Vacanze a Zanzibar
Vacanze a Zanzibar: segui i nostri 5 consigli!

Suggeriamo di evitare i voli charter, e rivolgere piuttosto la propria attenzione ai voli delle compagnie di linea: questo perché i voli charter sono associati ai pacchetti turistici volo+hotel ed è molto difficile riuscire ad ottenete dei buoni prezzi prenotando soltanto il volo. Prenotando un volo di linea verso Zanzibar si ha l’unico inconveniente dello scalo tecnico prima di arrivare a destinazione: prima di prenotare, vi consigliamo di controllare con estrema attenzione gli scali che verranno effettuati, visto che spesso il prezzo è più basso del solito perché viene effettuato un ulteriore scalo tecnico a Dar Er Salaam in Tanzania. Le compagnie che propongono prezzi competitivi per Zanzibar sono quelle medio orientali come Oman Air, Qatar Airways e alcune compagnie africane come Ethiopian Airways ed Egypt Air.

Un ulteriore consiglio in proposito: le compagnie medio orientali effettuano uno scalo tecnico nei lussuosi aeroporti dove vi sentirete come a casa vostra, mentre le compagnie africane effettuano scali in aeroporti spesso caotici e sporchi, dove trovare il gate di imbarco può risultare davvero difficile.

Il prezzo per un biglietto di linea dall’Italia verso Zanzibar si aggira intorno ai 450,00 € a persona.

Come spostarsi sull’isola

Una volta giunti a destinazione, se non siete mai stati in Africa, vi troverete come in una dimensione parallela, dove la vita scorre lenta e tranquilla. Con il caldo che fa da queste parti, nessuno ha voglia di correre o di essere più veloce a svolgere il proprio lavoro, quindi cercate di entrare subito nella filosofia zanzibarina dell’andare lenti!

Una volta recuperati i bagagli si pone il problema di come spostarsi sull’isola. Il mezzo di trasporto più comune, oltre alle biciclette e alle vespe, sono i pulmini con il conducente: cercando di raggiungere un prezzo ragionevole, questa è senz’altro la soluzione migliore per spostarsi sull’isola, visto che difficilmente riuscirete a districarvi nel dedalo di strade e di persone che ci sono, inoltre la guida è a sinistra quindi non è facile adattarsi immediatamente ad uno stile opposto al nostro. Ci sono molti altri motivi per cui vi consigliamo un pulmino con autista: le strade non sono segnalate e neanche illuminate, sono spesso attraversate da animali e bambini, inoltre il manto stradale è poco curato con dossi, buche e tratti sterrati che potrebbero mettervi a dura prova.
Dove trovarli? Niente paura: una volta usciti dall’aeroporto verrete letteralmente presi d’assalto da persone che si offriranno di portarvi a destinazione per una somma assolutamente modesta, ma voi prima di accettare, come da tradizione Africana contrattate sul prezzo, visto che la prima offerta è sempre “sparata” alta.

Esiste comunque un’alternativa ancora più economica al pulmino: stiamo parlando dei mezzi pubblici, o come vengono chiamati a Zanzibar, i “Dala Dala”. In perfetto stile africano, la vostra valigia verrà accatastata sul tetto del pullman insieme a molti altri bagagli che sembra che debbano cadere da un momento all’altro e sederete in uno spazio ristretto accanto a molte altre persone accatastate quasi come i bagagli: non temete che vi manchi l’aria perché i Dala Dala hanno solo un tettuccio, ma non hanno vetri! Solo per provare 1 o 2 volte qualcosa di tipico.

Hotel, resort o guest house?

Eccoci arrivati alla parte più difficile della vacanza, quella che di solito fa desistere anche i più esperti viaggiatori “no-Alpitour” facendoli optare per un pacchetto “tutto incluso”. Com’è ovvio la costa di Zanzibar è costellata da villaggi turistici che offrono trattamento all inclusive, quindi riuscire a trovare una struttura per un viaggio low cost  e fai da te può risultare difficile, ma non è impossibile.
Proprio sulla spiaggia più bella di Zanzibar, Kendwa, situata nella parte nord ovest dell’isola, si trovano alcune guest house affacciate direttamente sul mare. Non aspettatevi assolutamente il lusso e la pulizia dei resort, visto che queste guest house sono spesso a gestione famigliare e lo stile è pur sempre quello africano. Queste sistemazioni sono piccole case con poche stanze arredate in modo spartano e semplice, dove viene offerto un trattamento di mezza pensione o di pensione completa: i prezzi variano dai 25,00 $ per la mezza pensione fino ai 50,00 $ per una pensione completa a notte, a persona.

Mangiare a Zanzibar

Non aspettatevi nessun tipo di supermercato: sull’isola ci sono infatti ancora le vecchie botteghe di una volta che vendono soltanto oggetti confezionati come yogurt (sono arrivati soltanto lo scorso anno!), bibite, biscotti, conserve, shampoo e poco altro. I prezzi, a differenza di quello che si può pensare, sono più alti che da noi e non ci sono modi per risparmiare, visto che in questo caso non potrete contrattare, ma dovrete pagare il prezzo esposto sull’etichetta. Se vi interessano generi come frutta o verdura dovrete fermarvi per strada e acquistarla dai venditori ambulanti che espongono la loro merce sul ciglio della strada stessa. Durante l’estate la scelta è maggiore perché molti frutti maturano durante questo periodo, mentre in inverno dovrete accontentarvi del frutto della passione e del mango.

In effetti, cucinare da soli può rappresentare un vero problema ad iniziare appunto dall’approvvigionamento delle materie prime, per cui la cosa migliore è pranzare e cenare nei locali. Vi consigliamo quelli lungo la spiaggia: la maggior parte propone piatti a base di pesce, spesso pescato direttamente sul posto.

Escursioni, shopping e altri consigli

Anche soggiornando in una guest house è possibile partecipare alle escursioni organizzate che vi porteranno alla scoperta dell’isola. Tra mini agenzie e “beach boys” non vi mancheranno di certo le proposte! Ogni volta che vi verrà proposto un prezzo, vi consigliamo, anche in questo caso, di contrattare e di non fermarsi mai alla prima offerta. In questo modo potrete spuntare degli ottimi prezzi anche per le escursioni, che di solito sono molte care nei resort.

La regola del contrattare vale anche e soprattutto per gli acquisti di souvenir: al mercato prendete questo come un passatempo, per non dire una vera usanza da rispettare, prima ancora che un consiglio per risparmiare! Vi assicuriamo che se un negoziante vende al primo prezzo guadagnerà si di più, ma rimarrà… un poco deluso della mancata trattativa! Sono fatti così!

Inoltre vi consigliamo, una volta giunti a destinazione, di cambiare subito i contanti della vostra valuta nella moneta locale, gli scellini tanzaniani. In questo modo eviterete che si approfittino di voi con cambi molto “spinti” di dollari ed euro. Se avete il bancomat abilitato potrete ritirare tranquillamente anche agli sportelli ATM. Un consiglio, toglietevi gli occhiali da sole prima di ritirare, altrimenti arriverà un poliziotto che vi intimerà di farlo!

Scommettiamo che con questi pochi accorgimenti riuscirete a soggiornare a Zanzibar con meno di 1.000,00 € a testa per 10 giorni, volo compreso?


Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)