Home » Crociere » Crociera ai Caraibi: compagnie, prezzi e cose da sapere

Crociera ai Caraibi: compagnie, prezzi e cose da sapere

Crociera ai Caraibi
Crociera ai Caraibi: mare da sogno, palme, spiagge bianche... ma occhio al caos!



Tutti a bordo! Una volta sistemati nella vostra cabina, guardate dall’oblò e pensate che cosa hanno in comune le spiagge da cartolina, una natura da sogno e la cultura creola. Ovviamente l’essere i porti di approdo delle navi da crociera che solcano il Mar dei Caraibi, luogo di leggende, pirati e storie senza tempo!

Le isole che appartengono all’arcipelago occupano un’area molto vasta ed hanno ognuna qualcosa di diverso da raccontare: dalla storia, alle spiagge, dalla natura, alla cucina tipica. Ogni isola caraibica è un gioiello da scoprire.
Ok, un viaggio alla scoperta dei Caraibi potrebbe durare anche molti mesi, ma chi ha tutto quel tempo a disposizione? Ecco allora che il modo per andare a conoscere almeno le isole principali è quello di partecipare ad una crociera che, oltre agli interessanti itinerari proposti, vi permetterà di vivere la vostra vacanza tra il lusso e la comodità.

Probabilmente non tutti saranno d’accordo con quanto detto, visto che le navi da crociera effettuano la famosa “toccata e fuga”, restando ancorate nei porti soltanto per poche ore, o al massimo una giornata. Ma se vorrete visitare il più alto numero di isole caraibiche nel minor tempo possibile, questa è la scelta migliore. Anche perché potrete scegliere tra numerosi itinerari, proposti da altrettante compagnie da crociera, a partire dalla nostra MSC fino alle americane Royal Caribbean, passando per le norvegesi Norwegian Cruise Line.

Un’altra nota non troppo piacevole delle crociere ai Caraibi è l’estrema turisticità, che può sfociare addirittura in affollamento e confusione. Le cose iniziano malino, dato che la maggior parte di esse ha come punto di partenza il trafficatissimo porto di Fort Lauderdale in Florida che somiglia molto ad un “centro di smistamento”. Qui orde di migliaia di turisti vengono sballottati da un terminal ad una sala di attesa, per una procedura di imbarco che può durare anche ore, con caldo, disagi e rallentamenti tragicomici derivanti dalla… scarsa brillantezza del turista medio che affronta questo tipo di viaggio!

Crociera Caraibi: porti ed itinerari
Un ponte affollato su una grande nave da crociera che solca il mar dei Caraibi

Una volta superata questa impegnativa procedura, vi troverete a bordo della nave prescelta: in realtà la vostra dose di pazienza dovrà essere ancora alle stelle, soprattutto nel caso abbiate optato per le compagnie americane: l’estate è il momento di maggior affluenza dei turisti USA e spesso le navi registrano il tutto esaurito. Quindi vi troverete a fare la coda per i ristoranti, per salire e scendere dai ponti, nei porti e per molte altre attività: in tutti questi casi, la comodità e il lusso di cui vi abbiamo parlato, saranno condivisi con molti compagni di viaggio. Comunque, se riuscirete ad ambientarvi e ad adattarvi alle folle americane, la crociera nei Caraibi sarà un’esperienza piacevole.

Il periodo migliore per recarsi ai Caraibi per una crociera è quello che va da dicembre a giugno. Essendo caratterizzati da un clima tropicale-equatoriale, nella nostra estate, ovvero tra luglio ed agosto c’è la possibilità di incontrare sporadici acquazzoni e rovesci che spesso spariscono nel giro di qualche ora. Il vero problema dell’andare durante l’estate sono gli uragani che potrebbero rendere il viaggio impegnativo e suscettibile di variazioni: di solito anch’essi si concentrano nel periodo tra metà luglio e fine agosto. Quindi se volete concedervi una crociera ai Caraibi in estate, optate per il mese di giugno, ma non oltre la metà di luglio.

Itinerari delle maggiori compagnie

Vediamo in dettaglio alcuni itinerari estivi nel Mar dei Caraibi. Cominciamo col dire che la Costa Crociere non effettua partenze in estate, ma soltanto nei mesi invernali tra novembre ed aprile. Vediamo tutte le altre.

MSC: Crociera ai Caraibi “made in Italy”

Nave tutta italiana, propone 4 itinerari diversi, due della durata di una settimana e due fino a 15 giorni. MSC Divina parte i primi di giugno dal porto di Miami, diretta verso Ocho Rios in Giamaica, per dirigersi successivamente verso George Town nelle Isole Cayman, e ancora verso Cozumel in Messico. Prima di rientrare alla base, effettuerà un ultima tappa nel porto di Nassau alle Bahamas. In ogni porto sosterà in media 10 ore, dove ci sarà il tempo di partecipare ad una visita guidata dell’isola (sempre molto costosa), oppure muoversi a proprio piacimento tra le spiagge delle isole. Per chi decide di estendere l’itinerario, c’è la possibilità di visitare anche l’isola di St.Maarten, quella di Porto Rico, per raggiungere di nuovo Nassau e il porto di Miami.

Il secondo itinerario procede in maniera opposta, con partenza da Miami, direzione St. Maarten, Porto Rico, Nassau, Miami per chi sceglie la crociera di 8 giorni, con l’estensione verso la Giamaica, le Isole Cayman, il Messico, Nassau e di nuovo Miami per chi decide di optare per la crociera di 15 giorni.

Per chi adora la natura incontaminata, senza dover rinunciare ai paesaggi da cartolina, potrà optare per la MSC Opera, in partenza i primi di luglio dal porto di L’Avana in direzione Belize dove proseguirà verso l’Honduras, la Costa Maya in Messico, la Isla del Juventud a Cuba, per fare scalo di nuovo a L’Avana dove i passeggeri che hanno scelto l’itinerario breve saranno giunti a destinazione. Tutti gli altri proseguiranno verso la Giamaica, le Isole Cayman, il porto di Cozumel in Messico, per terminare a L’Avana. Il secondo itinerario proposto, segue le stesse tappe ma in ordine inverso.

  • Perché scegliere MSC: potrete vivere un’esperienza tutta italiana attraversando al contempo il mar dei Caraibi. Staff italiano, cucina italiana, attenzioni italiane: come sentirsi a casa.
  • Perché non scegliere MSC: siamo ai Caraibi! Vogliamo sentir parlare inglese?

Crociere di Royal Caribbean

Come suggerisce il nome, questa compagnia è specializzata in crociere nel mar dei Caraibi, dove tutto fa rima con lusso. Vi sembrerà di viaggiare a bordo di castelli incantati, dove ogni minuto sarà occupato da almeno una delle numerose attività previste ed organizzate per intrattenere i clienti. Difficilmente sentirete parlare italiano: la Royal Caribbean è la compagnia preferita dai turisti americani che durante le vacanze estive si recano a sud per andare alla scoperta delle isole caraibiche. Proprio per questo cogliamo l’occasione per dire che, a bordo, troverete parecchio caos.

Sono tre le navi che solcano il Mar dei Caraibi, tra cui la Oasis of The Seas, considerata una delle più grandi del mondo. Le crociere proposte hanno durata variabile dai 4 a 10 giorni e sono suddivise in base agli itinerari.

Gli itinerari dei Caraibi Meridionali prevedono tappe nelle seguenti isole: Porto Rico, St.Thomas, Curacao, Aruba, St.Kitts e Nevis, per tornare di nuovo a Porto Rico. Per quanto riguarda gli itinerari dei Caraibi Occidentali, di solito, il porto di partenza è fissato negli Stati Uniti, talvolta in Texas, altre volte in Florida a seconda degli itinerari percorsi in seguito. Di solito le tappe comprendono una sosta in Honduras, in Messico, in Jamaica e ad Haiti.

Passiamo agli itinerari orientali: da Miami la nave si dirige verso St.Maarten, Porto Rico, Haiti, St.Thomas, per fare di nuovo tappa a Miami. Royal Carribean offre anche la possibilità di partire dal New Jersey in direzione Bermuda, St.Maarten, Porto Rico e Haiti. Altri itinerari sono diretti verso le Bahamas, isole molto apprezzate dai turisti americani: per questo motivo, di solito durante queste crociere la nave effettuerà almeno due soste in due porti diversi delle Bahamas per tornare successivamente verso la Florida.

  • Perché scegliere Royal Caribbean: avrete l’opportunità di viaggiare su alcune delle navi più grandi del mondo, vivendo allo stesso tempo una vivace esperienza internazionale.
  • Perché non scegliere Royal Caribbean: a bordo troverete tanta, tanta confusione.

Crociere Disney Cruise Line

Perché consigliamo questa compagnia? Innanzitutto per i bambini che viaggeranno come in una favola, ma soprattutto perché potrete visitare l’isola di proprietà della Disney, situata proprio nel Mar dei Caraibi, dove possono attraccare soltanto le navi della compagnia. Stiamo parlando della Disney Castaway Cay dove tutto ciò che vedrete non è reale, ma pensato soltanto per i turisti e per il divertimento della famiglia.

Crociera ai Caraibi
Crociera ai Caraibi: mare da sogno, palme, spiagge bianche… ma occhio al caos!

Volete salutare Lilo e Stitch? Recatevi sulla spiaggia e fate una foto con loro. Avete bisogno di concedervi un po’ di tempo libero? Lasciate i bambini al Disney Club con uno staff di animatori che non gli farà sentire la vostra mancanza. E ancora: volete fare un bel barbecue, concedervi una spa, far giocare i vostri figli? Eccovi accontentati, sull’isola Disney tutto è concesso!

L’isola di Castaway Cay fa parte degli itinerari caraibici, la cui durata varia da 4 a 11 giorni. Ci teniamo a sottolineare che i prezzi sono alle stelle, ma al contempo niente è lasciato a caso e tutto è curato fin nei minimi dettagli, per far vivere ai bambini la favola come fosse una realtà.

Veniamo all’itinerario: di solito il porto di partenza è quello di Port Canaveral in Florida e c’è la possibilità di visitare le Bahamas e l’isola di Castaway, oltre che altre isole più lontane come le Isole Vergini Britanniche, le Isole Vergini Americane, le Cayman, le coste del Messico, la Giamaica, Aruba, Curacao, St.Kitts e Nevis, Barbados e Martinica. Vogliamo specificare che le crociere più brevi, quelle di 3 o 5 giorni, effettuano solo un breve itinerario che comprende le Bahamas e l’isola Disney. Per tutte le altre isole occorre prenotare una crociera della durata di almeno una settimana.

  • Perché scegliere Disney Cruise Line: avrete l’opportunità di visitare l’unica isola privata dei Caraibi, i vostri bambini vivranno come in un sogno.
  • Perché non scegliere Disney Cruise Line: sono tra le crociere più care del mondo, il lusso c’è, ma anche il caos.

Norwegian Cruise Line: itinerari ai Caraibi e Cuba

La Norwegian è considerata una delle più importanti compagnie da crociera del mondo, con navi grandi e lussuose. Le isole che fanno parte degli itinerari caraibici sono quelle classiche: partenza dal porto di Miami in Florida, per dirigersi verso le Isole Vergini Britanniche, quelle Americane, le Bahamas, l’Honduras, il Belize, e il Messico.

La Norwegian offre alcune delle sue navi più grandi per l’itinerario che tocca il porto di L’Avana a Cuba, con la possibilità di pernottare in città, invece che a bordo, per apprezzare appieno il vero spirito cubano.

  • Perché scegliere Norwegian Cruise Line: per la crociera a Cuba con pernotto a terra.
  • Perché non scegliere Norwegian Cruise Line: pochi punti a sfavore, così come pochi itinerari proposti.

Carnival Cruise: crociere anche “brevi”

Nata da un distaccamento americano della Norwegian, la Carnival rappresenta il giusto compromesso qualità/prezzo. Questa compagnia offre ben 78 crociere durante il periodo estivo, con partenza da 5 porti della Florida, uno in Texas, uno in South Carolina, uno in Louisiana e uno nel Maryland, sulla costa orientale degli Stati Uniti. Le tappe degli itinerari sono quelle classiche: dalle coste del Messico, alle Bahamas, a Porto Rico, passando per St.Maarten, Barbados, Santa Lucia, St.Kitts e Nevis, St.Thomas e Belize.

Questa compagnia è specializzata soprattutto in crociere brevi della durata variabile dai 3 ai 5 giorni, dove gli itinerari prevedono i porti delle coste del Messico (di solito la costa Maya), e un paio di approdi alle Bahamas.

  • Perché scegliere Carnival Cruise Line: perfetta per chi cerca crociere della durata di pochi giorni con un ottimo rapporto qualità prezzo.
  • Perché non scegliere Carnival Cruise Line: una delle preferite degli americani, quindi a bordo dovrete districarvi tra folla e confusione.

Princess Cruise: 3 crociere ai Caraibi

Compagnia americana che propone tre itinerari estivi nel mar del Caraibi, della durata variabile dai 7 ai 14 giorni. Il porto di partenza è Fort Lauderdale in Florida: successivamente la nave tocca i porti delle Cayman, del Belize, Honduras e Messico, per chi sceglie la durata settimanale, mentre per quanto riguarda la crociera più lunga, la Princess vi porterà fino alla scoperta di ulteriori isole quali le Bahamas, St.Maarten, St.Thomas e la Repubblica Dominicana.

  • Perché scegliere Princess Cruise: ottimo rapporto qualità prezzo.
  • Perché non scegliere Princess Cruise: pochi itinerari proposti, molta confusione a bordo.

Se avete intrapreso una crociera nei Caraibi o l’avete scelta come prossima vacanza estiva, non dimenticatevi di raccontarci la vostra esperienza!


Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)