Home » Curiosita » Spiagge per nudisti: i migliori lidi naturisti in Italia

Spiagge per nudisti: i migliori lidi naturisti in Italia

Spiagge naturiste in Italia
Spiagge naturiste in Italia: hanno anche il pregio di essere piuttosto tranquille!



In cosa consiste il naturismo in spiaggia? Nel semplice fatto di stare nudi in spiaggia e di abbracciare questo stile di vita in tutto e per tutto e non solo per il fatto di non avere il “segno” del costume sul corpo, ma soprattutto di godere della benefica sensazione della libertà totale.
Forse non sapete che lungo la costa italiana ci sono alcune spiagge dove è autorizzato; sicuramente in altre nazioni come la Francia, il naturismo è moto più diffuso e accettato, ma fortunatamente anche in Italia si stanno sempre più diffondendo le zone dove è possibile praticarlo.

Le spiagge italiane riservate al naturismo si suddividono in diverse categorie, a seconda che siano riservate soltanto ai naturisti o che essi le frequentino insieme agli altri. Le più famose sono certificate dall’associazione italiana dei naturisti e riservate esclusivamente a questa pratica, con agevolazioni per l’ingresso o sconti particolari in altre strutture convenzionate come campeggi ed hotel.

Per aiutarvi nella scelta, vi mostriamo le categorie in cui sono suddivise le spiagge naturiste italiane:

  • Centri certificati con ingresso riservato ai soli soci;
  • Centri naturisti indipendenti (in Italia ne è presente uno soltanto);
  • Spiagge pubbliche dove è possibile praticare il naturismo;
  • Spiagge pubbliche presidiate da gruppi di naturisti;
  • Spiagge abitualmente frequentate da naturisti;

A prescindere da queste categorie, in Italia sono presenti 4 spiagge naturiste, riconosciute dall’associazione, dove confluiscono la maggior parte dei turisti che amano praticare questo stile di vita.

Spiagge naturiste in Italia
Spiagge naturiste in Italia: hanno anche il pregio di essere piuttosto tranquille!

Probabilmente la spiaggia più famosa e facilmente raggiungibile, sia da nord che dal sud dell’Italia è quella del Nido dell’Aquila, a San Vincenzo in provincia di Livorno. Ai limiti della spiaggia, costituita da sabbia fine e dorata, sono posti dei cartelli per delimitare la zona dei naturisti. Di solito questa spiaggia è particolarmente apprezzata dalla famiglie con i bambini piccoli, che grazie al fondale basso potranno giocare senza pericoli, né difficoltà. Inoltre la spiaggia è presidiata dal gruppo A.N.ITA. da oltre 30 anni, ben prima che il comune di San Vincenzo la riconoscesse come spiaggia naturista (la delibera risale soltanto al 2010!).

Sempre in provincia di Livorno, ma ben lontano da San Vincenzo, è possibile praticare il naturismo nella spiaggia di Lacona, all’Isola d’Elba. A differenza del Nido dell’Aquila, l’Acquarilli come è chiamata questa spiaggia, non è consigliata alle famiglie con bambini al seguito, visto che per raggiungerla dovrete scendere un ripido sentiero per almeno una quindicina di minuti. Inoltre la spiaggia è composta da piccoli sassolini neri che in piena estate sono scottanti, quindi è consigliabile attrezzarsi con un ombrellone. La spiaggia dei naturisti è posta sulla destra della baia, da non confondersi con quella di sinistra, aperta a tutti. Sempre all’Isola d’Elba è altamente consigliata la zona scogliosa de Le Tombe, tra Fetovia e Seccheto.

Spostandosi a sud si trova l’Oasi Naturista di Capocotta, in provincia di Roma. La spiaggia è attrezzata con ombrelloni e lettini e vicino si può trovare un ristorante. Come suggerisce il nome, la spiaggia è collocata all’interno dell’Oasi naturale di Castel Porziano, ed è riconosciuta come zona naturalista a partire dagli anni 70. Vista la facilità di accesso sia alla spiaggia che al mare, la zona è particolarmente indicata per le famiglie con bambini piccoli, che vi potranno accedere anche con i passeggini al seguito.

Sempre nel Mar Tirreno, precisamente a Marina di Camerota in provincia di Salerno, si trova un’altra spiaggia dedicata al naturismo: essa è costituita da ciottoli  e sassolini ed è facilmente raggiungibile attraverso un sentiero lungo circa 200 metri. La spiaggia è divisa in tre settori: il primo e più vicino all’ingresso consta di un piccolo lembo di spiaggia adatta a pochi bagnanti, mentre la seconda parte che si apre poco più avanti è leggermente più ampia, ma se non vorrete avere problemi di spazio dovrete optare per la terza che ospita fino a 150 persone, raggiungibile solo con mare calmo, visto che è necessario attraversare un tratto di mare a piedi.

Anche nel Mar Adriatico non mancano le spiagge per i naturisti. La più famosa è quella de Le Morge, a Torino di Sangro in provincia di Chieti. La spiaggia, costituita di sabbia fine e dorata, è presa d’assalto sia dai turisti locali nei giorni del sabato e della domenica, sia dai turisti provenienti dall’estero durante il periodo estivo. Le Morge è facilmente accessibile, visto che nelle vicinanze troverete un ampio parcheggio dove fermare il vostro mezzo e in pochi passi sarete direttamente sulla spiaggia. Proprio per il suo facile accesso è altamente consigliata alle famiglie con bambini piccoli che potranno portare con sé anche il passeggino.

Le spiagge che vi abbiamo appena descritto sono le spiagge più famose tra quelle autorizzate dall’associazione dei naturisti italiani. Come vi abbiamo accennato esistono anche spiagge dove troverete dei presidi dell’associazione direttamente sull’arenile, come quella di Marina Alberese a Grosseto, presidiata dall’A.N.ITA. e famosa per la sua posizione davanti all’Isola del Giglio e con vista sul Monte Argentario. Anch’essa è altamente consigliata alla famiglie con bambini al seguito che potranno giocare senza pericoli nel basso fondale antistante alla spiaggia. Se invece siete alla ricerca di una spiaggia più riservata e selvaggia, quella dell’Aeronauta in provincia di Latina è quello che fa per voi: l’unica pecca è che per arrivarci dovrete attraversare alcune aree di privati che vi chiederanno di pagare qualche euro soltanto per il passaggio, ma una volta giunti al mare lo spettacolo non vi deluderà.

Se avete bisogno di qualche altra informazione al riguardo o vorrete iscrivervi all’associazione, vi consigliamo di visitare i seguenti siti associativi: FENAIT ed Italia Naturista, che hanno molte informazioni utili.


2016-04-27

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)