Home » Vacanze ai Caraibi e Messico » Viaggio a Cuba: consigli, spiagge e offerte estate

Viaggio a Cuba: consigli, spiagge e offerte estate

Vacanza a Cuba: Varadero
Vacanza di mare a Cuba? Ovviamente imperdibile la famosa spiaggia di Varadero

Per ben 53 anni Cuba è stata un mondo a sé, lontano dalla globalizzazione che pian piano ha contagiato tutto il mondo: se, ad esempio, mangiare in un Mc Donald era prassi ormai usuale nella maggior parte dei Paesi del Mondo, a Cuba non era ancora così.
Dopo tutti questi anni l’embargo è finito, ma sull’isola è ancora possibile scorgere il fascino che l’ha caratterizzata fino ad adesso. Probabilmente ciò non durerà ancora per molto, visto che numerose multinazionali hanno già cominciato ad invadere le strade di Cuba. Certo è che l’isola non è soltanto sinonimo di rivoluzione, ma anche di belle spiagge lambite dallo splendido mare caraibico. E’ proprio per questi motivi che vi consigliamo di organizzare un viaggio a Cuba il prima possibile, e perché no, magari in occasione delle prossime vacanze estive!

Se fino a qualche tempo fa era possibile raggiungere Cuba soltanto affidandosi ad un tour operator, adesso, per chi preferisce, organizzare una vacanza “fai da te” a Cuba è diventato molto più agevole e alla portata di gran parte dei viaggiatori.
Per un viaggio “completo”, per un perfetto connubio tra storia e mare, servirebbero almeno due settimane: la prima per dedicarsi alle città principali come L’Avana e Santiago e la seconda per godersi le splendide spiagge come le famose Cayo Largo e di Varadero.

Per aiutarvi nell’organizzazione del viaggio, abbiamo scritto una breve guida con consigli ed informazioni utili.

Cuba: consigli pratici

Il clima: quando andare?

Cuba è caratterizzata da un clima tropicale con due stagioni distinte: quella che va da fine novembre a fine marzo è la stagione secca e poco afosa, caratterizzata da una quasi totale assenza di rovesci, e l’altra, quella che va da inizio aprile ad inizio novembre, più calda e umida.

In effetti l’estate non è la stagione migliore per visitare i Caraibi, date che è possibile imbattersi in rovesci ed acquazzoni. E allora perché vi parliamo di Cuba per un viaggio estivo?
Per prima cosa, per i prezzi: sia per quanto riguarda il costo del biglietto aereo che per la vita sull’isola, i prezzi saranno davvero irrisori, e secondo perché se riuscirete ad andare a Cuba tra fine maggio e fine giugno, troverete un clima piacevole ed ideale sia per visitare le città, che per concedervi un lungo bagno nelle acque cristalline della costa.

Leggi anche:  Repubblica Dominicana: le spiagge più belle, i villaggi migliori

I Voli per Cuba

Sull’isola più grande dei Caraibi ci sono ben 10 aeroporti! Mica male per una Nazione “chiusa ” alla modernità! Per un tour completo, vi consigliamo di atterrare all’aeroporto Jose Martì di L’Avana e poi spostarvi tra le città e la costa.

viaggio a cuba: tra mare e storia
L’Avana: uno scorcio della piazza, vera essenza rivoluzionaria di Cuba

I collegamenti dall’Italia sono frequenti ed effettuati sia da compagnie charter che dalle compagnie di linea. Per quando riguarda i voli diretti sul L’Avana, vi consigliamo di controllare le tariffe di Alitalia, Meridiana Fly e Blue Panorama, quest’ultima decisamente specializzata sulla rotta Italia-Cuba.

Per risparmiare qualcosa, provate le compagnie estere come Iberia, Air France e la low-cost tedesca Condor, che effettuano uno scalo intermedio prima di arrivare a destinazione, ma che spesso hanno tariffe migliori.

Come spostarsi sull’isola

Per una maggiore libertà di spostamenti vi consigliamo certamente l’auto, soprattutto se vorrete organizzare un viaggio che tocchi sia le città che le località sulla costa. Per noleggiare un’auto non dovrete far altro che rivolgervi ad una delle tante agenzie specializzate presenti al vostro arrivo all’aeroporto: in realtà se vorrete risparmiare qualcosa potrete rivolgervi alle compagnie locali, ma prima di partire controllate bene che il mezzo sia in buone condizioni. Magari riuscirete ad affittare una delle vecchie auto che vedete spesso nelle cartoline cubane!

I mezzi pubblici ci sono, ma vi legheranno molto di più, tra orari da rispettare e ritardi canonici: inoltre sono folcloristici e divertenti, ma anche affollati. Noi consigliamo di prenderli in considerazione soltanto per spostarsi ogni tanto all’interno delle grandi città, come attrazione turistica, per provare l’ebrezza di essere caricati su questi enormi camion anni ’50.
A L’Avana sono in funzione anche i taxi, abbastanza efficienti e spesso abbastanza economici, ma fate attenzione: stabilite sempre il prezzo prima di partire!

Cuba: dove Dormire?

E’ un aspetto da tenere in gran considerazione: tutto dipende da che tipo di vacanza volete fare.
Andiamo subito al punto: se volete assaporare in pieno lo spirito cubano, e godere di assoluta libertà di orari e movimento, vi consigliamo di dormire nelle casas particulares, dei semplici appartamenti affittati direttamente dalle persone del posto con formula bed & breakfast. Questa è una soluzione molto diffusa sull’isola: gli appartamenti sono tanti e di facile reperibilità, grandi, puliti, con gestori sempre gentili e… si spende poco! Ma l’aspetto migliore è quello di riuscire a cogliere lo stile di vita quotidiano dei cubani, cosa ben più difficile nei (numerosi) grand hotel.

Leggi anche:  Viaggio in Yucatan: Cancun e Riviera Maya tra mare e archeologia

Un ottimo sito per scegliere e prenotare la propria “casa particulare” è Casamparo, dove troverete la maggior parte delle località cubane e non avrete difficoltà a trovare la vostra sistemazione.

In alternativa potrete prenotare il classico hotel direttamente su Booking: vi sottolineiamo questa cosa, dato che prima dell’embargo era praticamente impossibile prenotare da soli una sistemazione online dall’Italia.
Per chi vuole concedersi anche una settimana al mare, magari in uno dei tanti resort di lusso, potrà invece rivolgersi all’organizzazione di un tour operator, ben sapendo che i prezzi di queste strutture sono sensibilmente più alti delle sistemazioni locali, e che il tipo di vacanza che ne deriva è decisamente diverso, più “internazionale”.

Cosa vedere e cosa fare

L’Avana

Per visitare L’Avana e perdersi tra i suoi colori e i sorrisi della sua gente, occorrono almeno tre giorni. Se non avete tempo a disposizione, vanno bene anche 48 ore, ma vi renderete presto conto di non averla vissuta come si deve. Descrivere e far comprendere L’Avana per chi non c’è ancora stato è molto difficile: la musica che esce dai locali e arriva fino in strada dove sfrecciano auto d’epoca, donne anziane, che poi così anziane non sono, che fumano grossi e lunghi sigari che più che sgraziate le rendono parte del tutto, uno stile decadente in netto contrasto con la zona moderna e con i luoghi del potere tenuti in perfetto stato, e ancora i colori, i profumi e i sorrisi. Si, lo diciamo di nuovo: sarete colpiti dai sorrisi della gente del posto.

Vacanza a Cuba: Varadero
Vacanza di mare a Cuba? Ovviamente imperdibile la famosa spiaggia di Varadero

Innanzitutto vi consigliamo di cominciare dal Centro Habana, dove è ancora possibile respirare l’anima della rivoluzione grazie al Museo della Rivoluzione, dove potrete ripercorrere i passi storici di tutto ciò che è accaduto in questi anni, e potrete concedervi una foto davanti ad uno degli edifici più conosciuti: il Capitolio National, il campidoglio con la cupola di pietra che svetta sul panorama della città. Successivamente potrete spostarvi verso il cuore antico di L’Avana, passeggiando tra le sue vie costeggiate da palazzi colorati e spostarvi tra le 4 piazze, diventate simbolo di questo quartiere. Stiamo parlando della Piazza della Cattedrale, caratterizzata dall’imponente cattedrale in stila barocco, della Piazza Vecchia, dove si cominciano a scorgere i primi negozi di griffe famose, della Piazza delle Armi e quella di San Francesco d’Assisi.

A questo punto non può mancare una visita a Malecon, il quartiere affacciato sul mare, assolutamente consigliato per una visita serale. Passeggiando per le vie della città, non perdetevi una piacevole bevuta in uno dei tanti locali animati dalla musica, e una cena in un ristorante tipico.

Leggi anche:  Crociera ai Caraibi: compagnie, prezzi e cose da sapere

Santiago de Cuba

Completamente dalla parte opposta dell’isola, sorge Santiago di Cuba, a cui potrete dedicare uno o due giorni. Per spostarvi da L’Avana a Santiago potrete utilizzate anche i mezzi pubblici, ma i collegamenti sono lunghi ed estenuanti: il treno impiega circa 12 ore per arrivare a destinazione, mentre con i pullman ce ne vogliono quasi 16. L’auto resta comunque il mezzo migliore. Una volta arrivati vi consigliamo di dirigervi in centro dove potrete visitare la piazza principale Parque Céspedes dove si trova il municipio, la casa di Diego Velasquez e l’albergo in stile coloniale dove soggiornò lo scrittore Graham Green.

Leggermente fuori dal centro è imperdibile una vista alla piazza della Rivoluzione, molto in stile sovietico, dove, in uno spazio enorme, sorgono imponenti statue di rivoluzionari e macheti che escono dal terreno. Se ci capiterete di domenica avrete il piacere di ammirare le scuole di danza che vi si riuniscono e danno spettacolo… provate ad unirvi a loro! Per la sera vi consigliamo la zona di Calle José María Heredia, dove oltre a ristoranti, troverete numerosi locali dove suonano musica dal vivo.

Le spiagge di Cuba: non solo Cayo Largo e Varadero

Dopo una vista culturale delle città principali, merita fermarsi per tuffarsi nelle acque cristalline dell’isola. Le due località più frequentate dai turisti sono Varadero e Cayo Largo. Varadero si trova a pochi chilometri da L’Avana ed è consigliata a chi non può fermarsi sull’isola più di una decina di giorni: si tratta di una penisola di circa 20 Km dove non ci sono particolari attrazioni da vedere, visto che la principale attrattiva è proprio il mare. Non sarà difficile trovare un resort che possa fare al caso vostro, visto che ormai la maggior parte dei tour operator possiede un villaggio in questa zona.

Se avete tempo a disposizione vi consigliamo di spostarvi verso Cayo Largo, un’isola distante circa 170 Km da L’Avana, anch’essa molto turistica, anche se non sarà difficile trovare un posto per rilassarvi circondati dalle ombreggianti palme di cocco. E’ consigliata anche a chi ama le immersioni, grazie al fatto che è circondata da una barriera corallina lunga 19 miglia nautiche.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)