Home » Offerte Viaggi » Consigli di Viaggio » Farmaci da portare in viaggio

Farmaci da portare in viaggio

Farmaci in vacanza
Farmaci in vacanza: vediamo quali portare


State preparando la valigia per le vostre agognate vacanze Estive? Sicuramente vi chiederete quali sono i farmaci da portare in vacanza, perché il vostro cassetto è fin troppo fornito di medicine che usate poco o niente ma che…. forse potrebbero essere utili in ferie!
Diciamo subito che portare un kit di medicinali in ferie è senza dubbio consigliabile, quindi il problema è non “se” portare dei farmaci, bensì “quali”, per non rischiare di ingombrare la valigia con roba che non userete mai, e magari lasciando a casa qualcosa che potrebbe essere utile.

Una nota sui vaccini

Per la scelta, bisogna tenere in considerazione il luogo dove si andrà in vacanza. Se si tratta di una zona a rischio, è bene informarsi presso gli enti competenti sulle precauzioni specifiche da adottare: questo vale in particolare per il continente Africano e per quello Asiatico. In questi casi può essere necessario adottare un’adeguata profilassi che può includere delle vaccinazioni e/o la somministrazione di specifici farmaci nel caso in cui, una volta in loco, si avvertissero una serie di sintomi.

Al di là di questi aspetti specifici, ci sono alcuni medicinali che possono risultare molto utili quando si è in vacanza lontano da casa anche se non in un Paese esotico o a rischio. Non fosse altro per praticità… dato che un banale raffreddore potrebbe costarvi una giornata delle agognate ferie prima di reperire il farmaco giusto!

Farmaci in vacanza
Farmaci in vacanza: vediamo quali portare, senza esagerare!

I farmaci da mettere in valigia

Ecco dunque la nostra lista di farmaci e altri medicamenti utili da portare in valigia:

  • Antidolorifico: la lista di quelli in commercio è lunghissima, portate pure quello che usate di solito e che sapete fa maggiore effetto su di voi. Moment, Brufen, Buscofen… vanno tutti bene, vi sconsigliamo invece il noto Aulin, il cui principio attivo Nimesulide è ritenuto tossico per il fegato e vietato nella gran parte del Mondo, Italia esclusa, che ne fa inspiegabilmente grande uso.
  • Antipiretico o Anti-febbre: preferite quelli a base di paracetamolo (Tachipirina). Vanno bene anche la Aspirina e relativi generici, ma solo se non andate in Paesi dove è diffusa la febbre emorragica. In questo caso, infatti, l’effetto anticoagulante dell’Aspirina è molto pericoloso!
  • Medicinali per problemi intestinali: uno dei problemi più diffusi in vacanza all’estero è la diarrea del viaggiatore, dovuta non tanto alla scarsa igiene di cibi e acqua (problema comunque da non sottovalutare), quanto piuttosto alla diversa flora batterica presente in certi Paesi rispetto alla nostra; l’organismo può reagire male anche prendendo tutte le precauzioni del caso. Le medicine da considerare sono 3: dei fermenti da prendere per qualche giorno prima di andare in vacanza (tipo Enterogermina), per rinforzare le difese; un antibiotico intestinale (es. Normix) ed un farmaco che blocchi la diarrea, come Imodium.
  • Antiacido: in vacanza, si sa, si stravizia a tavola… meglio avere una buona scorta di rimedi collaudati.
  • Antibiotici: andrebbero usati solo sotto controllo medico. Tuttavia, se temete che possono essere utili e pensate di non trovarli in loco, portatevi un antibiotico a largo spettro (es. Augmentin).
  • Antistaminico: da portare se si è soggetti ad allergie ed intolleranze, ad esempio di tipo alimentare.
  • Cortisone in pastiglie: risolve rapidamente molti problemi di dolori, allergie e non solo. Da portare anch’esso solo per emergenza, in quanto va usato sotto stretta consulenza medica. Nel dubbio, usatelo in piccole dosi e ricordate che dopo le prime assunzioni, deve essere smesso in maniera graduale, diminuendo le dosi per alcuni giorni.
  • Un prodotto per la cinetosi (il mal d’auto, d’aria o di mare): quelli classici come il Valontan provocano molta sonnolenza, in alternativa, se i sintomi non sono fortissimi, vi consigliamo anche di provare i braccialetti per il mal d’auto: non sono farmaci e sfruttano i principi dell’acu-pressione, per molti individui sono la soluzione! In casi estremi, sono efficacissimi i cerotti Transcop, che tuttavia non sono ben tollerati da tutti, con effetti secondari quali sonnolenza, secchezza e difficoltà di visione.
  • Repellente per insetti: è sorprendente quante mosche e zanzare ci siano lontano dalla vostra città!
  • Una pomata da usare in caso di contusioni o strappi: utilissima se pensate di fare attività fisica, ad esempio se andate in montagna per camminare.
  • Cerotti per le vesciche: una vescica ad un piede può rovinare la vostra vacanza “itinerante”! I moderni cerotti idrocolloidali (Compeed) aiutano tantissimo in questi casi e sono difficili da trovare se non in montagna e nei grandi centri. L’ideale sarebbe di averne di varie tipologie, in quanto sono sagomati per le diverse zone del piede.
  • Un termometro: utile soprattutto se avete bambini.
  • Burro di cacao: l’esposizione al sole provoca bruciore alle labbra, sia al mare che in montagna; se siete sensibili, portatevene anche uno con protezione solare.
  • Gel disinfettante: anche se la sua efficacia non è il massimo, può essere utile usarlo prima di toccare cibi, se non avete a disposizione un bagno… Comodo in città e in zone poco pulite.
  • Un piccolo kit del pronto soccorso che include cerotti, garze, un disinfettante ed una piccola forbice.
  • Un gel al cloruro d’alluminio: per chi si reca in un luogo di mare, è importante prendere adeguate contromisure alle punture velenose in acqua: il riccio di mare, lo scorfano o la tracina possono pungere e causare un fitto dolore mentre le meduse possono essere ancora più pericolose. La soluzione in questi casi è quella di applicare immediatamente sulle parti del corpo interessate un gel astringente di questo tipo, venduto come cosmetico, tipo la Most.
  • Creme solari: al mare o in montagna, ma anche in città, in Estate è bene prendere le precauzioni contro le insolazioni. L’ideale sarebbe avere almeno due livelli di protezione, uno per il corpo ed uno più protettivo per il viso. Il dopo-sole è piacevole da usare, se vi piace, ma al contrario della protezione non è fondamentale, a meno che non soffriate di pelle molto secca.
  • Pomata per ustioni: se il sole che avete preso è troppo, una pomata per le ustioni risolve in fretta. Quelle tipo Foille contengono anche un blando anestetico locale e sono utili anche contro le punture e altre irritazioni.
  • Per le donne, se è previsto il ciclo mestruale: portatevi una buona scorta di assorbenti, non sempre troverete la vostra marca all’estero.
  • I vostri farmaci abituali: ultimo, ma il più importante di tutti…. non fatevi ingannare dalla forza dell’abitudine e verificate di avere sufficienti medicinali dei quali siete dipendenti, e teneteli nel bagaglio a mano, per minimizzare i rischi di smarrimento.

Guardia medica e guardia turistica

Anche se può sembrare una ovvietà, vi ricordiamo che è sempre importante rivolgersi ad un medico e ridurre al minimo i casi di medicazioni “fai da te”, specie se con farmaci che richiederebbero la prescrizione quali antibiotici e cortisonici. Trovare un medico in vacanza è più facile di quello che sembri, ad esempio in Italia in tutti i villaggi vacanze, i campeggi e le località turistiche è presente una guardia medica turistica. All’estero, ricordate che il servizio potrebbe essere a pagamento e anche molto salato… questo vale nelle crociere e in molte località quali gli USA, per questo sarebbe molto consigliabile stipulare una assicurazione medica. In ogni caso, prima di richiedere l’intervento di un medico valutate caso per caso… dato che non credo che, ad esempio, avreste voglia di essere ricoverati in un ospedale di un Paese sotto-sviluppato….


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)