Home » Sicilia » Raggiungere la Sicilia: traghetti, voli, auto

Raggiungere la Sicilia: traghetti, voli, auto

Vacanze estate in Sicilia
Vacanze dell'estate in Sicilia: qui una veduta di Taormina



Per alcuni di noi la Sicilia è davvero una terra lontana e ancora tutta da scoprire: l’isola offre un mare bellissimo, delle piccole isole altrettanto meravigliose e un lunga storia caratterizzata dalle dominazioni dei Greci e degli Arabi. Se pensate che la Sicilia sia la vostra prossima meta estiva, ecco una breve guida per raggiungere la terra della Trinacria, con i vari mezzi possibili.

Traghetto o aereo, come è meglio raggiungere la Sicilia?
Traghetto o aereo, come è meglio raggiungere la Sicilia?

Il mezzo senz’altro più veloce ed economico è l’aereo. Grazie ai voli della compagnia low cost Ryanair è possibile raggiungere la Sicilia contenendo il budget di spesa e partendo da molti aeroporti italiani senza effettuare scali. Vediamo quali. Nella regione è possibile appoggiarsi agli aeroporti di Catania, Palermo, Trapani e Comiso, a seconda della zona dove vorrete trascorrere le vostre vacanze.
L’aeroporto di Catania è collegato con Roma Fiumicino, Pisa, Bologna, Torino, Milano Malpensa, Milano Orio al Serio e Treviso. Il prezzo del biglietto varia a seconda della stagione: durante i mesi di luglio e agosto i prezzi lievitano, ma di solito non si supera mai i 60,00 € a persona, andata e ritorno.
Per raggiungere Palermo è possibile partire dagli aeroporti di Roma Fiumicino, Pisa, Bologna, Torino, Milano Orio al Serio, Verona e Treviso. Trapani è forse l’aeroporto più trafficato, infatti i collegamenti sono estesi a molti più aeroporti: Cagliari, Roma Fiumicino, Pisa, Perugia, Ancona, Genova, Bologna, Parma, Cuneo, Torino, Milano Orio al Serio, Treviso e Trieste.
L’aeroporto di Comiso conta molte meno destinazioni: Roma Fiumicino, Pisa e Milano Malpensa. Se avete già ben chiara la vostra destinazione, vi consigliamo di prenotare con largo anticipo il biglietto: con meno di 20,00 € riuscirete a spuntare una tratta completa di andata e ritorno, per persona.

La compagnia low cost Easyjet atterra soltanto negli aeroporti di Catania e Palermo: dal primo aeroporto esistono collegamenti con Napoli e Milano Malpensa, mentre il secondo è collegato soltanto con Milano Malpensa. I prezzi non sono economici come quelli di Ryanair, infatti se vorrete spuntare un buon affare dovrete prenotare con almeno tre mesi di anticipo, tempo che si dilata ulteriormente se pensate alle vacanze estive in alta stagione. I prezzi non scendono mai sotto le 50,00 € andata e ritorno.

E’ possibile utilizzare anche la compagnia di bandiera Alitalia con prezzi sicuramente superiori a quelli di Ryanair e di Easyjet. All’aeroporto di Punta Raisi, a Palermo, arrivano voli da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Brescia, Napoli e Lampedusa. L’aeroporto Fontanarossa di Catania è invece collegato con Milano Linate, Roma Fiumicino e Bologna. L’aeroporto di Trapani è poco collegato dalla compagnia di bandiera, infatti è possibile raggiungerlo soltanto dall’aeroporto di Milano Malpensa, in codeshare con Mistral Air. Il piccolo aeroporto di Comiso è raggiunto dai voli provenienti da Milano Malpensa. Come nel caso di Trapani, spesso l’Alitalia collega la Sicilia affidandosi ad alcune compagnie charter come Mistral Air e Meridiana Fly, ma di solito sono voli compresi all’interno dei pacchetti vacanza proposti dai tour operator.

Vacanze estate in Sicilia
Vacanze dell’estate in Sicilia: qui una veduta di Taormina

Se vorrete improntare la vostra vacanza sull’isola in modo diverso e girarla con un mezzo vostro, potrete optare per il traghetto. Soprattutto in estate si moltiplicano i collegamenti via mare con la Sicilia gestiti dalle compagnie Grimaldi Lines, GNV e Moby Lines. Se la vostra base di partenza si trova a nord di Roma, il modo più efficiente e veloce per raggiungere Palermo è quello di scendere a Civitavecchia e prendere la nave che in una sola notte vi porterà a destinazione: l’unica alternativa valida è quella di partire dal porto di Napoli, altrimenti da Livorno e da Genova il viaggio comincia ad essere davvero lungo e noioso, visto che ci vuole più di un giorno di navigazione per raggiungere il porto di Palermo, complice anche la lentezza delle navi utilizzate. Così facendo risparmierete anche sul prezzo del biglietto, visto che la tratta di percorrenza è più corta.

Attenzione però, perché non tutte le compagnie partono da Civitavecchia, infatti Grimaldi Lines parte soltanto dal porto di Livorno e di Salerno. Grandi Navi Veloci invece raggiunge i porti di Palermo e di Termini Imerese da Civitavecchia, Genova e Napoli. Moby collega Palermo con i porti di Cagliari e Napoli. I prezzi dei biglietti variano a seconda della compagnia, del numero di passeggeri e del tipo di mezzo che dovrete traghettare, ma se vorrete contenere la spesa vi consigliamo di prenotare entro il mese di febbraio per una vacanza progettata tra luglio e agosto.

Se vorrete godervi la bellezza della penisola italiana potrete arrivare in Sicilia direttamente in auto: una volta arrivati al porto di Villa San Giovanni in Calabria, dovrete imbarcarvi per attraversare lo Stretto ed arrivare a Messina. E’ possibile utilizzare i traghetti delle compagnie Caronte&Tourist o BlueFerries se vorrete imbarcare anche il vostro mezzo, altrimenti potrete rivolgervi agli aliscafi della Ustica Lines che collegano Messina con Reggio Calabria. Per il Ponte sullo Stretto è ancora presto.

Un ulteriore mezzo per raggiungere la Sicilia è il treno: costoso e lento ed in alcuni casi dovrete effettuare anche dei cambi a seconda della vostra stazione di partenza. Il tempo di percorrenza è di circa 16 ore per partenze dal centro della penisola e il prezzo non è inferiore alle 100,00 € a persona solo andata.

 


2016-05-02

1 Commento

VUOI SCRIVERCI PER UN CONSIGLIO? TROVI IL MODULO A FINE PAGINA, OPPURE RISPONDI AGLI ALTRI TUOI MESSAGGI
  1. admin

    A nostro avviso è piuttosto scarsa la copertura di traghetti per la Sicilia che funzionino da autostrada del mare. Chi si muove dal centro-Nord Italia non può sobbarcarsi i 1.000 Km che lo separano dallo stretto di Sicilia, per cui sarebbe da auspicare un potenziamento delle rotte da Genova, Civitavecchia e Livorno, magari con traghetti più veloci e confortevoli di quelli attuali.

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)