Home » Mare Italia » Vacanze in Sicilia » Isole Egadi: guida a Favignana, Levanzo e Marettimo

Isole Egadi: guida a Favignana, Levanzo e Marettimo

Isole Egadi: Favignana
Isole Egadi: una azzurrissima spiaggia a Favignana


Le isole Egadi sono un arcipelago formato da 3 isole maggiori e 2 minori che si trovano al largo della costa occidentale della Sicilia, a soli 7 Km dal porto di Trapani. Le 3 isole più conosciute, soprattutto dal turismo di massa, sono quelle di Favignana, Levanzo e Marettimo, visto che le altre sono poco più che scogli.

Grazie alla loro conformazione e al mare cristallino che vi si estende davanti, le isole Egadi sono adatte a chi ama la tranquillità e la vita di mare, senza dimenticare la natura incontaminata e la buona cucina. Il mare è il protagonista assoluto, dove le acque limpide lambiscono spiagge, calette e faraglioni che si alternano senza sosta per tutto il perimetro delle isole. Molte le attività che vi si possono praticare: dalle immersioni, allo snorkeling, fino alla vela e al trekking nelle zone verdeggianti dell’interno. Per preservare le bellezze della natura, è stata istituita da pochi anni l’Area Marina Protetta. Il clima estivo risente dei caldi venti africani con punte fino ai 45°C, ma fortunatamente mai molto afoso, il che permette di stare in spiaggia anche alle ore più calde: con le dovute precauzioni, ovviamente!

Isole Egadi: informazioni utili

Per arrivare alle Egadi dovrete necessariamente arrivare a Trapani, all’estremo ovest della Sicilia, e da qui proseguire in traghetto o aliscafo, dato che Favignana, Levanzo ne’ Marettimo hanno un loro aeroporto.
Per arrivare in Sicilia, prendete a riferimento Palermo, distante circa 100 Km da Trapani. Dal porto di Genova, Livorno, Civitavecchia e Napoli ci sono navi dirette a Palermo. Altrimenti potrete utilizzare l’aereo, visto che la compagnia aerea low-cost Ryanair effettua giornalmente voli verso Palermo o anche direttamente a Trapani, con partenza da molti aeroporti del nord e del centro Italia.

Isole Egadi: Favignana
Isole Egadi: una azzurrissima spiaggia a Favignana

Isola di Favignana

Quale isola scegliere tra le 3 principali Egadi? Favignana è il capoluogo e l’isola più grande. Per chi arriva per la prima volta nelle Egadi, Favignana è senz’altro quella consigliata: è l’isola collegata in maniera migliore con la terraferma e può fare da base per andare alla scoperta di Levanzo e di Marettimo. Per andare alla scoperta delle meraviglie dell’isola il modo migliore è quello di noleggiare uno scooter o una bicicletta: non avrete problemi di parcheggio e le distanze da percorrere da una zona all’altra non sono affatto lunghe! Il piccolo paesino ospita due piazze centrali dove sono dislocati la maggior parte dei locali e dei ristoranti dove potrete assaggiare le buonissime specialità culinarie. Le possibilità di soggiornare a Favignana sono diverse, infatti potrete optare per un appartamento se vorrete vivere la vostra vacanza in assoluta libertà, oppure potrete rivolgervi agli hotel e pensioni dove in genere viene offerto un trattamento di mezza pensione. I prezzi non sono bassi, ma comunque in linea con altre località balneari isolate come queste.

La vita a Favignana è rilassata e perfetta per una vacanza di bel mare e di relax: soggiornando sull’isola entrerete in una altro mondo dove il tempo scorre lento e pacato. Favignana è adatta a qualsiasi tipo di turista, sia a chi vuole rilassarsi sulle spiagge attrezzate, sia per quelli che vogliono andare alla scoperta delle calette e degli scogli più nascosti e riservati. Sia che si opti per l’uno o per l’altro, sarete comunque immersi in un paradiso terrestre dove il mare limpido farà da sfondo ai luoghi che sceglierete.

Le spiagge più famose di Favignana sono quelle di Cala Azzurra, Calamoni e Lido Burrone dove troverete sabbia dorata e fine, mentre per chi è alla ricerca di calette ed insenature potrà scegliere le zone di Punta Lunga, Preveto, Faraglioni e Punta Sottile. Ovviamente all’appello non mancano gli scogli dai quali tuffarsi o solo distendervisi per rilassarsi a prendere il sole: ed ecco le zone di Grotta Perciata, Punta Fanfalo e Cavallo. La Grotta dei Sospiri è raggiungibile soltanto in barca.
A parte le spiagge o gli scogli, Favignana fa la felicità per chi voglia praticare varie attività marine come lo snorkeling e le immersioni: le zone delle secche del Toro o della Galeotta offrono diversi gradi di difficoltà a seconda della vostra esperienza. E’ possibile partecipare anche ad altre attività particolari come il Charter di Pesca Sportiva per i più temerari, fino alla scoperta dei Giardini Ipogei per chi è alla ricerca di qualcosa di sorprendente. Questi sono una testimonianza dell’utilizzo intensivo del tufo che per molti anni è stato una fonte economica molto importate. Proprio per questo è possibile visitare alcune cave di tufo come quelle nei pressi di Cala Rossa e Bue Marino.

Isola di Levanzo

Levanzo è la più piccola delle tre ed offre paesaggi incontaminati, spiagge piccole e tranquille, alternate da sabbia e ciottoli. Nella zona sud dell’isola è impossibile non menzionare Cala Fredda e Cala Minolla dove potrete immergervi alla scoperta dei resti delle imbarcazioni delle guerre Puniche! Altri splendidi scorci li potrete trovare a Faraglione e a Cala Tramontana dove il mare è limpido e trasparente. Il modo migliore per godere appieno delle meravigliose baie e calette è quello di partecipare ad una gita in barca.
Levanzo conta solo 200 abitanti e qui la vita scorre lenta e tranquilla. Può essere l’occasione adatta per chi vuole staccare la spina prima di una nuova full-immersion lavorativa. Potrete gustare degli ottimi piatti tradizionali come il cabbucio, pane caldo ripieno con salumi e formaggi propri di Levanzo.

Isola di Marettimo

Marettimo è la più selvaggia tra tutte le isole Egadi e qui è possibile trovare specie di flora e fauna uniche e rare che sopravvivono soltanto in questa zona di Mediterraneo. L’isola fa la felicità di chi vuole praticare trekking in mezzo ad una natura incontaminata e quasi non toccata dall’azione dell’uomo. Per via della particolare conformazione, il mezzo migliore per apprezzare la varietà naturale dell’isola è sicuramente la barca, infatti soltanto Cala Bianca e Punta Troia sono facilmente raggiungibili senza l’ausilio dell’imbarcazione. Inoltre potrete sfruttare il mezzo per andare alla scoperta delle oltre 400 grotte disseminate lungo tutto il perimetro: alcune di esse sono sommerse, ma nelle altre potrete ammirare l’imponete azione del mare che le ha levigate per millenni. Le grotte sotterranee non sono la sola cosa che farà la felicità dei sub, infatti poco al largo della costa è possibile ammirare alcuni relitti mercantili.
Il piatto tradizionale di Marettimo? La pasta con l’aragosta appena pescata! Qui non è un lusso, è una tipicità!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)