Home » Offerte Viaggi » Consigli di Viaggio » Come lavorare in un miniclub

Come lavorare in un miniclub

Come lavorare in un miniclub
La figura dell'animatore del miniclub è una delle più richieste e preziose dei villaggi turistici.


Se l’animatore turistico del villaggio è la figura più controversa, amata o odiata dai “grandi”, l’animatore del miniclub entra subito a far parte del cuore dei bambini, sempre!

In effetti è proprio il miniclub il cuore pulsante del villaggio vacanze: grazie a questo servizio, infatti, i genitori possono concedersi qualche momento di relax tutto per loro, sapendo di poter lasciare i loro figli in totale sicurezza. Gli animatori del miniclub diventano così le figure di riferimento con cui i bambini si trovano a condividere molto del tempo della loro vacanza.

Ma come si lavora in un miniclub e quali figure sono richieste per questo tipo di mansione? Per chi è attratto da questa professione, scriviamo questo articolo con alcune dritte utili.

La figura dell’animatore del miniclub: chi è?

L’animatore del miniclub è, più in generale, un animatore turistico. E come tutte queste figure, per prima cosa occorre avere una buona dose di simpatia, un carattere allegro e dinamico, l’entusiasmo, la volontà e ovviamente la capacità di lavorare a stretto contatto con i bambini per tante ore al giorno. A queste doti, non affatto scontate, si affiancano quelle tipiche richieste dal villaggio turistico: saper ballare, cantare e recitare. O comunque, avere tutta la carica necessaria per provarci!

In effetti gli animatori turistici dovrebbero cercare di allietare la giornata degli ospiti del villaggio, cercando di coinvolgerli in attività e giochi per rendere ancora più piacevole la loro vacanza. L’animatore del miniclub ha una responsabilità in più: far divertire i bambini e lasciar riposare i genitori. Per questo sarebbe preferibile avere una formazione specifica nell’ambito dell’educazione o comunque avere delle esperienze passate come babysitter, animatore in feste private e altro.

E’ gradita la conoscenza di una o più lingue, soprattutto se si opta per villaggi esteri o per villaggi italiani con clientela internazionale. Infine oltre a dare la propria disponibilità per 3 o 4 mesi (in prevalenza estivi, ma dipende dal tipo di villaggio), occorre essere maggiorenni e non avere problemi a viaggiare.

Le mansioni sono scelte in base all’attitudine del singolo e alle proprie capacità. I contratti, di solito, sono a tempo determinato, ma col fatto che molte strutture sono ubicate anche all’estero in paesi tropicali, non sarà difficile arrivare a proroghe annuali. Infine le mansioni: dall’intrattenimento ai momenti di riposo, dalle attività sportive ai momenti di relax fino alla ristorazione. Gli animatori del miniclub dovranno essere delle figure poliedriche ed eclettiche.

Come lavorare in un miniclub
La figura dell’animatore del miniclub è una delle più richieste e preziose dei villaggi turistici.

Come lavorare in un miniclub

Prima esperienza o responsabile – i profili richiesti

Il miniclub è composto da uno staff: non solo dagli animatori, ma anche da un responsabile, in pratica una sorta di capo villaggio del miniclub che deve gestire e programmare tutte le varie attività dedicate ai bambini e ai ragazzi delle diverse fasce d’età.

Si, perché ci saranno gli animatori dei bambini piccoli fino agli 8-10 anni, ma anche quelli che si occuperanno dei ragazzi più grandi fino ai 17 anni. In pratica tutte queste figure si tradurranno in veri e propri professionisti del divertimento, quasi una sorta di confidenti e amici preziosi dei bambini e, in particolar modo, dei ragazzi. Quindi, tutti coloro che sono alle prime esperienze potranno candidarsi come animatori, mentre chi ha già diversi anni di esperienza potrà diventare anche il responsabile del miniclub.

Corsi e stage per  diventare animatore di miniclub

Oltre ad avere buone dosi di simpatia, voglia di lavorare, pazienza e dinamismo, occorre seguire almeno un corso di formazione di poche ore, giusto per capire quale sarà il lavoro che andrete a svolgere. Ovviamente verranno selezionati più facilmente i giovani che avranno più voglia di lavorare ed interagire con i bambini e tutti coloro che avranno già avuto in passato esperienze come educatori o come animatori.

Orari e durata del lavoro (stagionale)

Più tempo avete a disposizione e meglio è. Più flessibili e disponibili siete e meglio è. Di solito gli animatori del miniclub dovrebbero essere disponibili per la stagione che può essere sia quella estiva che quella invernale: tutto dipende da dove è ubicato il villaggio dove sarete destinati.

La disponibilità minima che è richiesta, quindi, è di 3 o 4 mesi. Gli orari di lavoro nel villaggio turistico sono spesso lunghi e duri: il servizio di miniclub è garantito dalle 9:00 alle 12:00 (talvolta senza alcun tipo di interruzione visto che gli animatori pranzeranno con i bambini) e dalle 15:00 alle 18:00. Spesso, dopo una sosta di qualche ora, il miniclub riprende per l’ora di cena (quando è possibile cenare tutti insieme) e termina a notte fonda, nel caso del miniclub per i più grandicelli.

Lo stipendio si aggira intorno alle 500,00 – 600,00 € per i giovani alla prima esperienza per arrivare a circa 1.000,00 € per i responsabili. Ovviamente vitto e alloggio sono compresi.

Chi è che assume?

Ormai non esiste un villaggio senza miniclub, a meno che si tratti di un villaggio per soli adulti. Per questo motivo le figure degli animatori per il miniclub sono sempre molto richieste e la richiesta si rinnova di stagione in stagione. Oltre ai villaggi, sarà possibile trovare lavoro anche presso gli stabilimenti balneari, negli hotel e talvolta anche nei parchi divertimento.

Per trovare lavoro non conviene fare domanda direttamente alla struttura o al villaggio perché non sono loro che gestiscono questo genere di cose, bensì ad agenzie specializzate nel lavoro nel turismo: si tratta di agenzie che reclutano animatori e altre figure e che, dopo un breve stage, le collocano nelle varie strutture che ne fanno richiesta.

Lavorare nel miniclub: recapiti utili

Qui di seguito trovate qualche recapito utile per lavorare come animatore nel miniclub, e/o partecipare a dei corsi di formazione.

Il divertimento dei bambini: tra sicurezza e coinvolgimento

Diventare animatore del miniclub sarà certo un’ipotesi allettante, ma è bene sempre tenere presente che il divertimento e il benessere dei bambini viene prima di tutto. Se le figure “normali” di animatore turistico si possono premettere qualche debolezza, questo non può accadere quando si diventa animatori di miniclub.

E alla fine, raccontateci la vostra esperienza!


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)