Home » Offerte Viaggi » Lavorare nel Turismo » Assistente aeroportuale: cosa fa e come diventarlo

Assistente aeroportuale: cosa fa e come diventarlo

Assistente aeroportuale
Gran movimento agli "arrivi" in aeroporto... per fortuna che c'è l'assistente aeroportuale!


Tra le figure professionali più specializzate nel mondo del turismo c’è sicuramente quella dell’assistente turistico aeroportuale. Vediamo quali sono le sue mansioni e come si fa per diventarlo.

Dopo un volo “fai da te”, siete mai arrivati in una destinazione sconosciuta, e avete avuto la spiacevole sensazione del trovarvi fuori posto, senza sapere cosa fare e come muovervi? Forse si, come è successo a noi in zone dove la lingua era un ostacolo e complessi gli adempimenti doganali e gli spostamenti per lasciare l’aeroporto.

L’assistente portuale: il suo ruolo

I tour operator sanno bene che una delle fasi più importanti dell’accoglienza è proprio in aeroporto, all’arrivo, che è peraltro un momento nel quale i turisti hanno ancora quella piccola diffidenza che non tutto vada per il verso giusto.

Per questo motivo, l’assistente aeroportuale del tour operator deve essere ben presente e mettersi in contatto quanto prima con i turisti in arrivo, per accoglierli fin dal disbrigo delle prime pratiche. Avrete capito che deve avere una notevole preparazione professionale, approfondita magari in un corso di comunicazione efficace, che gli indichi come comportarsi e come usare al meglio il suo linguaggio verbale (parole), para-verbale (tono, timbro di voce, volume, ritmo,pause, cadenza) e non-verbale (linguaggio del corpo). Primo obiettivo è infatti rassicurare i suoi clienti, indossando abiti formali come una giacca e una cravatta, avendo una aria serena e cordiale. Si presenterà ai turisti in arrivo come l’assistente e si preoccuperà di loro fino all’uscita dall’aeroporto, o, più spesso, fino all’hotel, chiedendo, interessandosi e fornendo tutti i consigli e le informazioni utili ai nuovi arrivati nella destinazione turistica.

Assistente aeroportuale
Gran movimento agli “arrivi” in aeroporto… per fortuna che c’è l’assistente aeroportuale!

L’assistente sarà in possesso di una flying list che contiene informazioni concernenti:

  • data di arrivo e di partenza dei vari turisti
  • vettore e numero di volo
  • notti di permanenza
  • diete speciali (e/o altre problematiche dei passeggeri, ad esempio se portatori di handicap, diabetici, ecc.)
  • richieste particolari riguardo l’alloggio (letti singoli in camera doppia, matrimoniali, ecc.)
  • altre informazioni (come per es. compleanni o LADONL che sta per “Land Only”, non è richiesto il transfer dall’aeroporto all’hotel)

Immancabile e suo vero simbolo, l’assistente avrà sempre con se il cartello con il nome della persona, del gruppo o del tour, per facilitare l’incontro dopo l’atterraggio. Il classico cartello, negli ultimi anni sta venendo soppiantato dal tablet, molto comodo e professionale.

Come diventarlo

Poiché un vero assistente deve avere il tesserino dell’aeroporto che gli permetterà di accedere all’area bagagli, sarà necessario fare un corso di sicurezza presso lo stesso aeroporto e sarà valido solo per quello. Quindi un buon assistente farà la sua presentazione non alla porta arrivi, ma già nell’area bagagli
Assisterà i suoi clienti nel caso del ritardo o smarrimento del bagaglio registrato. In questo caso accompagnerà il suo cliente all’apposito ufficio Lost & Found dove lo aiuterà a compilare il modulo chiamato P.I.R (Property Irregularity Report). Chiederà con fermezza il tempo necessario per il ritrovamento e la ricezione del bagaglio; se ci vogliono più di 30 minuti, l’assistente è obbligato a continuare il suo lavoro con il resto del gruppo, fornendo al cliente l’indirizzo e i recapiti telefonici dell’hotel o del villaggio dove il programma comprendeva il pernottamento.

L’assistente aeroportuale accompagna il gruppo fino al bus in attesa sulla piazzola di sosta. Come dicevamo, in alcuni casi effettua il transfer, fino all’hotel o alla struttura ricettiva organizzata per il pernottamento.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)