Home » Vacanze in Montagna » Montagna in Lombardia » Sci estivo sullo Stelvio e la Valtellina

Sci estivo sullo Stelvio e la Valtellina

Sci estivo allo Stelvio
Sci estivo allo Stelvio


Gli irriducibili amanti dello sci alpino che vedono il sopraggiungere della primavera come l’inesorabile termine imposto dal calendario per poter praticare il loro sport preferito, non hanno motivo di rassegnarsi del tutto in attesa del prossimo inverno. Esistono infatti molte possibilità per concedersi qualche bella discesa anche d’estate praticando lo sci estivo. Tra le molte località dell’Arco Alpino che offrono questa possibilità, oggi vi parliamo di quella che in Italia è senza dubbio la più nota e frequentata: il Ghiacciaio dello Stelvio, posto sull’omonimo Passo dello Stelvio al confine tra Lombardia e Alto Adige, reso famoso dalle gesta dei ciclisti del Giro d’Italia.

Dalla fine di maggio fino alle prime nevicate di novembre, vengono sgomberate le strade dalla neve (il passo è chiuso in inverno) e vengono aperti gli impianti di risalita che servono il piccolo ma assai suggestivo comprensorio di piste a disposizione sul ghiacciaio che si diramano tra il Passo dello Stelvio ed il Livrio.

Le piste

Le piste, di media difficoltà, sono raggiungibili dal passo (a sua volta comodamente raggiungibile in auto tramite la famosa e tortuosa strada) tramite un arrocco con le due funivie del Trincerone (2.760-3.050) e del Livrio (3.050-3.150) che conducono al complesso di sei ski-lifit che garantiscono un’offerta di circa 20 km di piste alle quali si devono aggiungere anche tre percorsi costantemente battuti dedicati agli amanti dello sci di fondo.

Il ghiacciaio è perfettamente battuto per lo sci estivo sullo Stelvio
Il ghiacciaio è perfettamente battuto per lo sci estivo sullo Stelvio

Come si scia sul ghiacciaio

Sciare sul ghiacciaio durante la stagione calda non è ovviamente come farsi una settimana bianca: prima di tutto, ci si alza presto e si smette all’ora di pranzo, tranne che nelle giornate velate e fresche, per evitare le ore in cui la neve “molla” inevitabilmente. Data la ripetitività delle piste, è poi bene mirare le giornate di sci estivo all’affinamento della propria tecnica, ovviamente con l’aiuto di un maestro o, meglio ancora, con un corso collettivo (“camp”), che è più coinvolgente e divertente.
Allo Stelvio probabilmente scierete in compagnia di atleti di varie nazionali, in allenamento per la stagione invernale: proprio la presenza delle squadre sportive rende a volte problematico trovare posto in uno degli alberghi del passo. Tra questi, dobbiamo citare i “mitici” Hotel Pirovano  e Hotel Livrio, posti direttamente sul ghiacciaio e da dove si può partire sci ai piedi… un paradiso per chi cerca una vacanza ski-total!

E se non si scia…

Se non trovate posto negli hotel al Passo, oppure se venite con mogli o figli che non sciano e vogliono godersi il tempo in altra maniera, sappiate che lo sci estivo sullo Stelvio ben si accompagna alla vacanze estive in montagna nelle zone circostanti, ad esempio nella Alta Valtellina con Bormio e gli altri suoi tipici paesi limitrofi, dove avrete la possibilità di unire all’attività sportiva piacevoli momenti da dedicare al più totale relax ed al benessere negli splendidi centri termali presenti in loco: i Bagni di Bormio Vecchi e Nuovi e le modernissime Terme di Bormio. Se i “Bagni” sono più indicati per le coppie, alle Terme si potranno scatenare anche i bambini. Farsi una settimana bianca estiva può anche essere un buon modo per studiare dove trascorrere il capodanno sulla neve, studiando i posti e gli hotel migliori, e prenotando con un certo anticipo che permette di avere una sistemazione migliore e, a volte, di ottenere un piccolo sconto!

Quando andare

Chiudiamo con un suggerimento sul periodo in cui andare. Benché si chiami “sci estivo”, nelle settimane più calde la neve non regge e il fondo diventa quasi impraticabile, infatti spesso ad agosto gli impianti vengono chiusi in attesa di giornate più fresche. Da evitare dunque il periodo più caldo, per il resto molto dipende dalle precipitazioni invernali: se sono state abbondanti, all’apertura e per tutto giugno le condizioni sono davvero ottime, con bella neve, ma vanno man mano peggiorando. Meglio da settembre in poi, complice magari qualche provvidenziale nevicata estiva.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)