Home » Vacanze in Europa » Vacanze in Grecia » Zante (Grecia): guida alle vacanze sull’isola

Zante (Grecia): guida alle vacanze sull’isola

Isola di Zante
Isola di Zante: una bella veduta della famosa spiaggia del Relitto


Probabilmente molti di voi la conoscono come “Zacinto” grazie alla dolci parole di Ugo Foscolo che sull’isola ebbe i natali, mentre i Greci la chiamano semplicemente Isola di Zante. Forse un po’ sottovalutata dal turismo italiano, che preferisce Corfù e Cefalonia, l’isola è la più a sud di tutte le isole Ionie, ed è una meraviglia per gli occhi: scogliere bianche che si ergono imponenti dalle acque cristalline, colline verdeggianti che creano un forte contrasto con la costa, ed un passato storico tutto da scoprire.

Le cose da vedere e le spiagge da provare sono talmente numerose che la soluzione migliore per visitare tutta l’isola è quella di prendere un’auto a noleggio e dedicarsi alla libera scoperta di baie, anfratti e piccole insenature. Siamo certi che non ne rimarrete delusi, anzi ci siano tutti gli ingredienti necessari che la rendono una delle mete più desiderabili in Grecia.
Ma passiamo ai consigli pratici: dall’aereo alla scelta delle migliori spiagge, vediamo in dettaglio come organizzare una vacanza a Zante.

Zante: informazioni pratiche

Come arrivare?

Per arrivare a Zante è possibile usufruire dei collegamenti aerei messi a disposizione dalle compagnie greche Aegen e Olympic, anche se non esistono collegamenti diretti dall’Italia. Infatti occorre effettuare uno scalo ad Atene e poi proseguire con le compagnie di bandiera greche. visto che il volo interno, della durata di 45 minuti, potrebbe non essere proprio economico, conviene raggiungere Atene approfittando delle offerte delle compagnie low-cost come Ryanair ed Easyjet che effettuano collegamenti da Milano Orio al Serio, Roma Fiumicino e Bologna.

Isola di Zante
Isola di Zante: una bella veduta della famosa spiaggia del Relitto

Una valida alternativa è il traghetto: da Brindisi si possono utilizzare le compagnie European Seaways e Red Star Ferries, ad un prezzo di circa 130,00 € per una persona con veicolo al seguito, mentre da Bari si può prendere in considerazione la compagnia Ventouris Ferries che in meno di un giorno (circa 22 ore) vi porterà a destinazione.
Un’alternativa, leggermente più scomoda è quella di arrivare al porto di Patrasso (raggiungibile anche da Venezia e Trieste) e poi proseguire con un mezzo pubblico fino a Killini e da lì imbarcarsi verso Zante, distante solo un’ora e mezzo di navigazione.

Come spostarsi sull’isola

Come vi abbiamo già suggerito, il mezzo migliore per andare alla scoperta dell’isola è la macchina: se siete arrivati in aereo allora non avrete problemi a noleggiare un’auto appena arrivati all’aeroporto. In tal senso vi consigliamo di rivolgervi alle compagnie locali: in questo modo risparmierete molto sul prezzo complessivo del noleggio e non avrete l’obbligo di lasciare una cauzione su carta di credito.
Se utilizzate il traghetto dall’Italia, conviene ovviamente imbarcare anche la vostra auto, ma ricordate che le strade in Grecia non sono mai al top e quindi non consiglieremmo questo a chi ha auto nuovissime o sportive/basse.

Dove dormire a Zante

La zona più turistica, dove si trova la maggior concentrazione di hotel, è quella meridionale. Qui troverete facilmente delle ottime sistemazioni con un buon rapporto qualità/prezzo, sia per quanto riguarda hotel di catene famose, sia per quanto riguarda gli appartamenti, alcuni dei quali dati direttamente in affitto dalle persone del posto. Caratteristici delle isole greche sono gli studios: si tratta di tipici monolocali dotati di cucina e zona notte e bagno privato, affittati a prezzi davvero convenienti. I luoghi più gettonati dal turismo sono i paesi di Laganas, Zacinto città e Kalamaki.
Se siete alla ricerca di una zona più tranquilla, allora vi consigliamo di optare per la zona settentrionale, decisamente meno turistica e più brulla. Provate a cercare tra i paesini di Vassilikos, Katastari e Keri.

Cosa fare, cosa vedere

Le migliori spiagge di Zante

La vera attrazione dell’isola di Zante sono le spiagge, tutte caratterizzate da sabbia fine e dorata, ma soprattutto da un mare cristallino, specie se paragonato alle ventose (in estate) coste delle più famose isole Cicladi. Il mare qui è talmente pulito e l’ecosistema talmente intatto che le tartarughe Caretta Caretta si recano sull’isola per deporre le uova.

Durante il vostro soggiorno sull’isola, non avrete che l’imbarazzo della scelta: da spiagge solitarie dove difficilmente incontrerete qualche altro turista, fino a spiagge dedicate ai giovani con tanto di bar con musica direttamente sull’arenile. Per orientarci, partiamo dalla zona sud dell’isola, quella che corrisponde al Golfo di Lagana, precisamente dalla spiaggia di Capo Marathia a quella di Gerakas. In questo tratto di costa potrete distendervi su spiagge quasi incontaminate, spesso alternate a zone rocciose che conferiscono un’atmosfera ancora più intensa. E’ proprio in queste spiagge che le tartarughe vengono a deporre le uova, quindi prestate particolare attenzione quando siete sull’arenile. Nel Golfo di Lagana, oltre alle due spiagge che vi abbiamo già detto, si trovano la spiaggia di Limni Keri, quella di Porto Koukla, la spiaggia di Agio Sostis e quella di Dafni.

Spostiamoci nella parte orientale dell’isola, quelle maggiormente interessate dal turismo di massa. In questa zona difficilmente troverete delle calette appartate: qui tutto è pensato per il divertimento dei turisti, con attività e sport acquatici e per accogliere le famiglie con i bambini che potranno giocare tranquillamente a riva, grazie al fondale poco profondo. Una delle spiagge più conosciute è quella di Banana Beach, nella parte sud orientale dell’isola e, mano a mano che si sale si incontrano le spiagge di Krioenri a pochi passi da Zacinto città, quella di Tsilivi, la famosa Donkey Beach, quella di Alikanas, e ancora la spiaggia di Makris Gialos e di Xigia.

La costa occidentale è l’opposto di quella orientale: in questa zona scordatevi i fondali dolci e sabbiosi, visto che troverete soltanto speroni rocciosi e piccole falesie a picco sul mare. Le uniche spiagge non sono raggiungibili via terra, ma occorre partecipare a delle escursioni organizzate con le imbarcazioni. Fanno eccezione la spiaggia di Plakaki, raggiungibile in auto, quella di Porto Roxa, e quella di Porto Vromi, conosciuta perché vi partono numerose imbarcazioni dirette alla spiaggia del relitto.

Nella zona settentrionale dell’isola si trova poi la famosa spiaggia del relitto, raggiungibile soltanto via mare. La spiaggia ha preso questo nome in seguito ad un’imbarcazione di contrabbandieri che vi si è arenata negli anni ’80 e che ancora oggi giace nel mezzo della cala. Data la sua fama, la spiaggia è spesso affollata da orde di turisti scaricati dalle gite organizzate: proprio per questo motivo vi consigliamo di rivolgervi a dei taxi-boat piccoli e andarci al mattino presto, per godere di un po’ di solitudine.
La sua fama è data in gran parte dalla particolare visuale dall’alto, che avrete visto in mille e mille foto della Grecia (e anche in questa pagina!), e ovviamente la prospettiva più bella per ammirare la spiaggi è dall’alto. Percorrendo la strada tra VolimesAnafonitria, potrete fermarvi per godere di uno spettacolo unico. Dalla spiaggia, sappiatelo, è meno bella, anche perché in ombra, con mare mosso e sempre affollata.

Le altre attrazioni di Zante

Un’altra particolarità dell’isola di Zante sono le grotte: nella parte nordorientale dell’isola potrete ammirare queste formazioni geologiche affacciate direttamente sul mare. Proprio per questo motivo, il solo modo per poterle visitare è tramite un’imbarcazione: da Volimes sono numerose le gite organizzate che tutti i giorni partono alla scoperta delle grotte blu (il loro nome deriva dai riflessi delle acque sulla roccia). In alcune grotte è possibile entrare solo a nuoto.

Per quanto riguarda una visita culturale dell’isola, vi consigliamo di non perdervi le cittadine di Zante, Bochali, piccolo paesino affacciato proprio sulla cittadina di Zante, l’affascinante cittadina di Keri, il borgo di Tsilivi, apprezzata particolarmente per la vita notturna, e il villaggio di Alykes.


14 commenti

VUOI SCRIVERCI PER UN CONSIGLIO? TROVI IL MODULO A FINE PAGINA, OPPURE RISPONDI AGLI ALTRI TUOI MESSAGGI
  1. Federico

    Ciao Marco,
    Bell’articolo :)
    A fine agosto sarò a Zante.
    Ho sentito del comunicato della Farnesina sulle isole della Grecia dopo il terremoto. Zante è posta sul lato opposto della Grecia, dalle vostri fonti risulta tutto “tranquillo” ed è sicuro viaggiarci. corretto?
    Grazie

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ci saranno 1.500 Km di distanza con Kos!

  2. Giovanni

    Salve
    volevo sapere se qualcuno ha mai girato Zante in scooter. Se è sconsigliato per via delle strade, se li affittano o se è meglio imbarcare il proprio ed andare in traghetto. In fondo per girare un’isola dovrebbe essere il mezzo migliore.
    Infine chiedo se settembre è un mese adatto al soggiorno.
    Grazie
    Giovanni

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Per quanto Zante sia un poco troppo grande per lo scooter, questo rimane ancora un buon mezzo anche qui. Pericoloso? Volendo può esserlo tutta la Grecia, complici strade così così e una conformazione del territorio estremamente frastagliata. Dipende quanto siete esperti alla guida: se lo scooter non lo usate mai neanche in città, muoversi nelle isole Greche potrebbe creare qualche apprensione.

  3. Gabriella

    Buongiorno, io e il mio ragazzo stavamo pensando di andare in Grecia per una settimana precisamente l ultima settimana d’agosto,essendo la prima volta che la visitiamo non abbiamo la minima idea di cosa visitare. Quello che cerchiamo è tanto mare semza fondale roccioso o almeno non troppo e non troppo affollato, buon cibo, shopping, e divertimento notturno. Cosa ci consigli Per l’alloggio? Grazie

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Vedo che hai scritto su Zante… si, le Ionie possono essere una buona meta per voi, dai un’occhiata anche a Corfù e Cefalonia, meno affollata di Corfù.

      • Gabriella

        È stato un caso aver scritto su Zante. Grazie mille

        • Marco (staff)
          Marco (staff)

          O magari un “segno”!

  4. Claudia

    Buona sera, siamo in due donne , stiamo valutando una vacanza a zante, ma la conosciamo poco, avete dei consigli su dove alloggiare volendo fare una vacanza di mare ma con la possibilità di uscire la sera in qualche locale per poter bere qualcosa e dove ci sia movimento? Grazie mille

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Direi che Zacinto città fa al caso vostro!

  5. Agata

    Buonasera,
    siamo due coppie di amici trentenni e vorremmo andare in Grecia dalla seconda e terza settimana di Agosto.
    Non l’abbiamo mai visitata e per questo vorremmo fare uno stop ad Atene e poi raggiungere un’isola la prima settimana e poi un’altra la seconda. Cerchiamo zone poco ventilate, spiagge selvagge, serate piacevoli tra locali/ristoranti e di poter fare anche dei tour in giornata in barca. Avete un idea su come muoverci, se toccare prima Atene o lasciarla come ultima tappa e quali isole visitare?
    Grazie per la risposta e complimenti per il sito!

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Se volete muovervi in traghetto la scelta più logica, specie per un primo viaggio in Grecia, sono le isole Cicladi, che però in agosto sono caotiche e ventose. Vedo che scrivete nell’articolo su ante: beh le Ionie sono una buona scelta, ma francamente vi volerei diretto senza passare da Atene. Una buona alternativa potrebbe essere un giro del Peloponneso in auto!

  6. anna

    Buonasera
    Siamo in due e vorremmo informazioni x la disponibilità in una struttura B& b o aparthotel. E vorremmo sapere il.costo per la.settimana dal 11/7 al 18/7.
    Grazie
    Buona serata
    Anna

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Mi dispiace, ma questo sito non è una agenzia.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)