Home » Vacanze in Europa » Vacanze in Portogallo » Portogallo: le migliori località balneari

Portogallo: le migliori località balneari

Portogallo: mare e migliori spiagge
Falesie, scogliere e lunghe spiagge: ecco come si presenta il paesaggio costiero del Portogallo


Al confine tra il Vecchio Continente e l’Oceano aperto, un tempo simbolo di inquietudini, scoperte e misteri, si trova il Portogallo, destinazione ancora tutta da scoprire (almeno in estate) per molti turisti italiani che, abituati al caldo e accogliente Mediterraneo, si approcciano all’Atlantico un po’ timorosi… come gli antichi naviganti!

In effetti, fino a pochi anni fa il Portogallo era famoso soprattutto per chi praticava surf ed era alla ricerca dell’onda perfetta. In pochi erano a conoscenza del fatto che le frastagliate coste del Paese racchiudono anche spiagge, calette e baie, dove il mare è più calmo e ospitale, e oggi il Portogallo ha fatto letteralmente “boom” anche come destinazione estiva di mare.

Complice di questa rinascita turistica, certamente, la crescente offerta di strutture in località modaiole, ma anche la crisi di altre mete classiche a media distanza, quali Tunisia e Mar Rosso. Un ripiego, dunque? No, ma non dovrete farvi troppe aspettative sulla qualità del mare in se’, visto che si tratta pur sempre del freddo Oceano, le coste sono spesso battute da venti incessanti ed il paesaggio costiero cambia nel giro di pochi chilometri, alternando spiagge ad alte scogliere.

D’altro canto, il Portogallo è considerata una meta low-cost, dove è possibile trascorrere una piacevole vacanza senza spendere cifre folli: inoltre i frequenti ed economici collegamenti aerei offerti dalla compagnie low cost hanno “avvicinato” il Portogallo ai turisti italiani, favorendo un turismo non solo sportivo.

In definitiva dopo essere andati alla scoperta di Lisbona, la domanda è: si può fare del bel mare sulle coste Portoghesi, e dove? Vediamolo!

Portogallo: dove andare al mare

Iniziamo il nostro percorso dalle più conosciute spiagge dell’Algarve, per dirigersi verso la zona più frastagliata e selvaggia della Costa Vicentina, fino al confine con il parco naturale dell’Alentejo, dove la natura è l’assoluta protagonista e si trovano lunghissimi litorali di oltre 60 Km. Si arriva alle spiagge frequentate dagli abitanti della capitale, ideali per una fuga in giornata, fino ai luoghi culto del surf come Ericeira, Peniche e Nazaré. A mano a mano che si prosegue verso nord, il mare si fa più mosso e freddo: i veri temerari sono gli sportivi in cerca dell’onda perfetta.

Una caratteristica comune delle spiagge più turistiche è il fatto che siano tutte ben attrezzate con servizi, ombrelloni e lettini: infatti, non è un caso che la maggior parte di esse sia stata insignita del titolo di “Bandiera Blu”, riconoscimento basato in gran parte sulla qualità dei servizi offerta ai propri ospiti.

Portogallo: mare e migliori spiagge
Falesie, scogliere e lunghe spiagge: ecco come si presenta il paesaggio costiero del Portogallo

Algarve

Una delle zone più turistiche del Portogallo è senz’altro l’Algarve, regione che coincide con la parte sud del Paese, quella che va da dal confine con la Spagna, fino a circa metà del Parco Naturale Alentejano. In questo tratto di costa si contano circa 200 Km di spiaggia che si alternano ad alte scogliere e falesie a picco sul mare. Di spiagge ce n’è per tutti i gusti: affollate per chi cerca luoghi pieni di giovani, beach bar, movida e musica, fino a quelle attrezzate con servizi per le famiglie e ancora litorali deserti, dove poter praticare nudismo oppure stendere il proprio asciugamano senza pensieri e senza essere disturbati dal vicino confusionario.

La zona più turistica è quella che va da Lagos fino a Faro: in questo tratto di costa, alquanto riparato dalle correnti fredde oceaniche, non si contano le strutture turistiche che si affacciano sulle spiagge: da semplici villaggi fino a resort di alto lusso, tutti troveranno la sistemazione più adatta alle proprie esigenze. Ed è proprio in queste zone che si incontrano spiagge affollate di turisti e giovani in cerca di divertimento. In particolare si ricorda la zona di Albuferia, dove sono concentrati numerosi locali e discoteche per il divertimento notturno.

Al contrario una zona meno battuta dai turisti (tant’è che non sembra neanche di essere in questa regione) è quella della Costa Vicentina, che si estende dalla cittadina di Burgau fino alla cittadina di Odeceixe: entrambe fanno parte del parco naturale dell’Alentejo dove le enormi distese di sabbia vengono lambite da un mare sempre agitato e mosso. Ed ecco spiegato il motivo per cui l’affollamento turistico non è affatto paragonabile a quello della costa meridionale dell’Algarve. In questo tratto di costa è possibile fare il mare, ma difficilmente troverete giornate senza vento e con mare calmo, ma soprattutto ad una temperatura gradevole: inoltre visto che le spiagge sono spesso nascoste tra alte falesie, occorre percorrere lunghi sentieri che attraversano gole e piccole vallate per giungere fino al mare.

Lisboa e Vale do Tejo

La costa vicino a Lisbona è diventata famosa grazie all’aristocrazia portoghese che vi trascorreva le proprie vacanze estive. Noi ve la consigliamo in abbinamento ad una vacanza nella capitale, per sfruttare i bei giorni estivi e concedersi un tuffo in mare. Se volete un consiglio, dirigetevi verso Estoril, la località estiva più turistica della zona: spiagge, locali, beach bar… il divertimento non manca. Inoltre se siete degli inesperti novellini, potrete approfittarne per prendere qualche lezione di surf da una delle tante scuole situate sulle spiagge. In effetti le spiagge di Lisbona sono considerate tra le migliori per praticare surf e sport acquatici dove il vento e le onde sono gli ingredienti primari per una buona riuscita. Famosa a livello mondiale è invece Ericeira, luogo di ritrovo di migliaia di surfisti e poco consigliata a chi intende fare solo un po’ di mare.

Centro e Norte

Dirigiamoci verso il nord del Paese. Il tratto di costa più frequentata è quella che va da Figueira da Foz fino a Esmoriz. Anche in questo caso si alternano lunghe spiagge a tratti di costa più selvaggia, dove la natura e le scogliere sono le uniche protagoniste. Ovviamente senza mai dimenticarsi che le spiagge sono battute dai venti e spesso il mare è mosso e agitato. A prescindere da ciò, Figueira Da Foz è una cittadina molto turistica, dotata di numerose strutture ricettive, non paragonabili, comunque a quelle dell’Algarve, quest’ultime più curate e alla moda. La spiaggia cittadina è il luogo di richiamo di sportivi e famiglie che oltre a rilassarsi e divertirsi potranno assistere a gare di motonautica, vela e surf. La zona più riparata è quella di Buarcos, dove i venti sono leggermente meno insistenti.

Salendo verso nord, la zona è meno turistica e più rurale: ogni pochi chilometri si incontrano villaggi di pescatori dove vengono ancora messe in pratica le antiche tecniche di pesca. Questa zona è consigliata a chi intende fuggire dal caos di Figueira da Foz, riparandosi nelle spiagge selvagge e decisamente meno turistiche. Prima di arrivare a Esmoriz, si incontra la spiaggia di Torreira, lunga 25 Km: è consigliata soprattutto ai surfisti e a chi intende praticare vela o windsurf.

Le migliori spiagge del Portogallo

Come ben avrete capito, le spiagge più belle e turistiche sono quelle dell’Algarve, l’unico tratto di costa portoghese ad essere un po’ riparato dall’azione incessante del mare aperto. In questa zona non avrete che l’imbarazzo della scelta, sempre tenedo conto che state per fare il bagno nell’oceano, quindi, difficilmente, troverete temperature gradevoli dell’acqua. Comunque tra le spiagge riparate dall’azione del vento, ricordiamo Porto de Mós, Praia Dona Ana, Praia do Camilo, Alvor, Vau o Carvoeiro. Spettacolari anche dal punto di vista naturalistico e paesaggistico sono le spiagge vicino a Lagos: Ponta da PiedadePraia da Marinha.

Spingendosi verso Faro, si trovano le spiagge più turistiche e frequentate, ideali soprattutto per chi è alla ricerca di movida notturna e locali dove tirar tardi fino all’alba. In tal senso ricordiamo le spiagge di Praia da RochaGalé, Oura, Salgados, São RafaelMaria Luísa. La zona più orientale dell’Algarve è quella più elegante e chic, dove è possibile trovare anche alcuni resort di lusso: in questa zona ricordiamo le spiagge di Vale do LoboQuinta do Lago.

Per chi cerca un po’ di intimità e un pizzico di tranquillità in più, potrà optare per le spiagge situate sulle isole della laguna di Ria Formosa: alcune di esse sono anche riservate ai nudisti. Ideali per i bambini, sono le spiagge di Cabanas, AlturaPraia Verde, dove il mare è leggermente più calmo e la spiaggia degrada lentamente verso il largo.

Un cenno alle isole

Quando si parla di Portogallo è sbagliato pensare soltanto alle coste del continente, ci sono anche le remote isole Azzorre e la vivace Madeira. Ne parliamo solo di sfuggita, in quanto la loro distanza è notevole e raggiungerle richiede un bel trasferimento in aereo. Si tratta inoltre di mete affascinanti ma selvagge, in alcuni tratte aspre, soprattutto per quanto riguarda le Azzorre, dove le possibilità di fare il mare sono alquanto limitate. Infatti, le coste delle isole portoghesi non sono molto famose per la balneazione turistica, ma più che altro per gli sport come il surf e il windsurf.

Madeira ha un clima più mite delle Azzorre, ma anche in questo caso si tratta di coste poco invitanti per la balneazione, a causa delle zone aspre e impervie. Il suo turismo è in gran parte legato alle crociere. Le Azzorre sono ancora meno frequentate e mediamente fredde: la vacanza che si fa qui è più simile a quella che si potrebbe fare… in Islanda, che non alle Canarie!
Andate quaggiù se volete fare una vacanza di immersione nella natura, ma magari dedicheremo un articolo appositamente a Madeira e Azzorre.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)