Argentario: cosa vedere e cosa fare

Argentario, cosa vedere e fare
Il tipo paesaggio dell'Argentario, tra laguna, mare e pineta mediterranea

Anche se con il termine Argentario si dovrebbe fare riferimento al Monte omonimo, in realtà ci si riferisce all’area turistica incastonata nella parte meridionale della Toscana, tra Grosseto e l’alta Tuscia laziale. Ricca di cose da fare e da vedere, la zona dell’Argentario offre alcune delle più belle spiagge della Toscana e dei sentieri mozzafiato racchiusi tra terra e mare.

Dalla forma allungata verso il mare, quasi una sorta di isola abbarbicata alla Toscana con solo due lunghe braccia di sabbia, l’Argentario è certamente una meta da valutare per le prossime vacanze estive. Vediamo, quindi, tutto quello che c’è da sapere per organizzare la vacanza e le spiagge più belle della zona.

Argentario: come organizzare la vacanza

A chi è consigliata la zona dell’Argentario

L’Argentario, così come la Maremma, sono bellissime aree turistiche toscane che talvolta rimangono all’ombra delle grandi città come Firenze e Pisa, più rinomate e visitate. In realtà vi renderete conto che l’Argentario è una zona che ha tantissimo da offrire e che vi lascerà un piacevole ricordo nel cuore.

Non a caso, i lunghi lidi sabbiosi sono attrezzati con tanti servizi pronti per accogliere famiglie con bambini che potranno giocare liberamente sul litorale grazie al fondale che digrada dolcemente verso il largo. Al contempo l’Argentario offre meravigliosi sentieri per gli appassionati del trekking e della mountain bike: ad ogni passo potrete godere di bellissimi paesaggi dove la terra e il mare si fondono magnificamente.

Infine l’Argentario colpirà nel segno anche gli appassionati di enogastronomia: ci sono delle specialità culinarie particolari che caratterizzano la zona e che non si trovano da nessuna altra parte della Toscana. Assolutamente da provare.

Argentario, cosa vedere e fare
Il tipo paesaggio dell’Argentario, tra laguna, mare e pineta mediterranea

Dove si trova l’Argentario

E’ il Monte Argentario a dare il nome alla zona che lo circonda che viene denominata Costa d’Argento. Il promontorio è alto 635 metri ed è collegato alla terraferma dal tombolo della Giannella e da quello della Feniglia. E’ inoltre stato costruito un istmo che lo collega ad Orbetello.

Di questa zona a sud della Toscana e appartenente alla Maremma e in provincia di Grosseto, fanno parte le due località turistiche di Porto Santo Stefano e Porto Ercole, oltre all’Isola del Giglio, Capalbio, Magliano in Toscana e Orbetello.

Come arrivare all’Argentario

Arrivare nella zona dell’Argentario è molto semplice, sia che si provenga da nord che da sud. Il modo migliore per scoprire l’intera area è quella di muoversi con un mezzo proprio, che sia un camper, una moto o un’auto.

Chi proviene da nord potrà percorrere l’autostrada A1 fino a Firenze, raggiungere Livorno tramite la SGC Fi- Pi-Li e scendere attraverso l’Aurelia fino all’Argentario. Altrimenti chi proviene da sud potrà percorrere l’autostrada fino a Roma, raggiungere la E80 fino a Civitavecchia e proseguire sull’Aurelia fino a destinazione.

Dove dormire all’Argentario

La zona dell’Argentario offre una vasta scelta di strutture ricettive, in particolare campeggi che qui sono molto diffusi grazie alla piacevole conformazione del territorio. Altrimenti potrete optare per sistemazioni più tradizionali, da b&b ad hotel, in particolare nella zona tra Orbetello e Porto Santo Stefano. Vediamo, quindi, alcune delle sistemazioni che ci sono piaciute di più.

Il Bike and Boat Argentario Hotel è situato a Porto Santo Stefano in una posizione panoramica con una bellissima vista mare. Offre sistemazioni ampie, moderne, e una comoda bike room per tutti coloro che ne necessitano. Vengono organizzate anche visite guidate della zona.

Il B&B Valle D’Oro si trova nell’immediato entroterra dell’Argentario, precisamente ad Ansedonia. Offre dei bellissimi alloggi curati con travi a vista, un piacevole spazio esterno con la piscina. Al mattino viene proposta anche un’ottima colazione continentale.

L’Hotel La Caletta si trova a Porto Santo Stefano, direttamente affacciato sul mare. Ottima posizione vicino al centro cittadino che è possibile raggiungere a piedi. Le camerte sono arredate in stile moderno, molto curate.

Le migliori spiagge dell’Argentario

Probabilmente la zona della Maremma e dell’Argentario racchiudono alcune delle spiagge più belle di tutta la Toscana. I due tomboli che collegano il promontorio alla terraferma, infatti, non sono altro che lunghe spiagge sabbiose costellate di bagni attrezzati e di zone di libero accesso.

Subito alle spalle delle spiagge sorge la pineta mediterranea che caratterizza la maggior parte del litorale toscano. Gli amanti dello scoglio e delle zone meno affollate potranno andare alla scoperta delle tantissime calette nascoste, dove il mare è ancora più cristallino a trasparente. Non a caso, tra pareti, grotte e relitti ci sono anche vari punti di immersione molto frequentati. Vediamo, quindi, quali sono le top 5 spiagge e calette più belle dell’Argentario, assolutamente da non perdere.

  1. Spiaggia della Feniglia: si tratta del lungo tratto di sabbia che collega Porto Pertuso ad Ansedonia e che è rivolta verso sud. Il lungo litorale è attrezzato con servizi, locali e noleggi, ideali per chi non vuole rinunciare alle comodità.
  2. Spiaggia della Giannella: questo litorale sabbioso è il secondo braccio di terra che collega Giannella con Albinia. Anche in questo caso il litorale è attrezzato grazie alla presenza degli stabilimenti balneari, adatto anche alle famiglie con i bambini.
  3. Cala del Gesso: tratto di spiaggia che si trova nella zona occidentale del promontorio. La spiaggia è piccola, quindi, nei periodi di maggior affollamento, conviene arrivare presto al mattino. Il mare è cristallino.
  4. Cala Bove: ideale per chi adora lo scoglio, i tuffi e lo snorkeling. Si trova a poche centinaia di metri da Cala del Gesso e si raggiunge attraverso un sentiero. L’acqua è sempre cristallina, ma controllate il vento per non avere problemi di risalita una volta in mare.
  5. Spiaggia dell’Acqua Dolce: caletta di ciottoli, ideale sia per le famiglie, sia per chi desidera fare un giro con la maschera. Il fondale è bellissimo così come l’acqua. C’è un parcheggio a pagamento dove lasciare l’auto.

Argentario: cosa vedere e cosa fare

Attrazioni e luoghi di interesse

Oltre al mare, l’Argentario ha davvero tantissime altre cose da offrire a cominciare dai sentieri per il trekking e la mountain bike. Dalla costa, infatti, potrete risalire fino alla cime del monte, chiamata Punta Telegrafo.

Certamente tra i sentieri più belli troviamo quello che da Porto Santo Stefano porta a Capo d’Uomo, e quello un po’ più distante che dall’Eremo di Malavalle arriva fino a Cala Violina. Gli amanti della natura potranno soffermarsi anche nella laguna di Orbetello, meta di fenicotteri rosa e tante altre specie volatili.

Passando alla storia e alla cultura, vale la pena visitare il centro storico di Porto Ercole, denominato Porto Ercole Vecchia, con le sue stradine e piazzette, spostarsi fino ad Ansedonia per visitare la città romana di Cosa e raggiungere Talamone per visitare la sua Rocca. Bellissima anche la Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano.

Ai più piccoli, ma anche agli adulti, piacerà senz’altro il Giardino del Tarocchi a Capalbio dove potrete passeggiare tra particolari sculture coloratissime ed esagerate di Niki de Saint Phalle.

Enogastronomia

Una delle note piacevoli della zona dell’Argentario è certamente la gastronomia: una delle specialità che non tutti conoscono è l’Acqua Cotta una sorta di zuppa di verdure che viene rifinita con un uovo prima di essere servita. Molto simile al Cacciucco livornese, è da provare la zuppa chiamata Caldaro, a base di pesce e pomodoro.

Da vedere nei dintorni dell’Argentario

I dintorni dell’Argentario sono ricchissimi di cose da vedere e da fare, sia per quanto riguarda la bassa Toscana che per l’alto Lazio. Per quanto riguarda la Toscana sono da visitare Castiglione della Pescaia, Punta Ala e Marina di Grosseto, sia per il loro mare che per i graziosi porticcioli. E perché non organizzare una girata per raggiungere anche l’Isola del Giglio?

Per quanto riguarda l’alta Tuscia laziale, potrete spingervi fino al Lago di Bolsena o nella zona di Tarquinia per visitare alcune delle bellissime tombe etrusche.

Eventi estate

Per quanto riguarda gli eventi estivi, non perdetevi il Palio Marinaro dell’Argentario che si tiene il 15 agosto e viene organizzato nelle acque di Porto Santo Stefano, in cui si sfidano alcuni gozzi a remi.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.