Home » Mare Italia » Campania Mare » Isola di Capri

Isola di Capri

Isola di Capri, la costa
Marina Grande, una delle zone costiere più rinomate dell'Isola di Capri


Capri è un’isola del Golfo di Napoli. Dal punto di vista amministrativo appartiene a Napoli, capoluogo della Campania. Famosa in tutto il mondo per il mare e la vita mondana, Capri ha il suo simbolo nei Faraglioni, rocce gigantesche a forma di picco che emergono dalle acque cristalline.

Amata da intellettuali, scrittori, artisti e personaggi dello spettacolo è diventata un vero e proprio mito per il suo mix di storia, leggende, natura, cultura e mondanità. La lussureggiante isola di origine calcarea gode di un clima mite e di un fascino senza tempo.

Come organizzare la vacanza

Capri: a chi è consigliata

Capri è meta di turismo d’elite: perfetta per coppie giovani o mature benestanti e anche per i single, magari in compagnia di amici, che qui possono fare vita notturna. I fondali e le favolose grotte sotterranee rendono l’isola adatta a chi pratica sport subacquei. La mancanza di vere e proprie spiagge che degradano dolcemente verso il mare rende Capri sconsigliabile alle famiglie con bambini sotto i 10 anni d’età.

Isola di Capri, la costa
Marina Grande, una delle zone costiere più rinomate dell’Isola di Capri

Dove si trova e come raggiungerla

Capri sorge a circa 40 km dalla costa della città di Napoli, poco distante dall’Isola di Ischia e da Procida.

Si arriva solo via mare con traghetti e aliscafi in partenza giornaliera dal porto di Napoli e dal porto di Marina Piccola a Sorrento. In estate si può raggiungere anche da Salerno, Positano, Amalfi (a luglio e agosto anche da Maiori) e Ischia. Da Procida non esiste viaggio diretto, dovete far scalo a Ischia.

Se siete arrivati all’aeroporto internazionale di Capodichino oppure alla stazione centrale di Napoli, vi basterà prendere la navetta Alibus che fa capolinea proprio al Molo Beverello o un taxi. È possibile sbarcare a Capri anche in elicottero. Esistono un paio di compagnie di elitrasporto che da Napoli, Roma, Firenze, dalla Sicilia e dalla Sardegna giungono sull’isola dopo un tragitto di 20′ min e si atterra all’eliporto di “Damecuta” ad Anacapri.

Durante l’anno, non è consentito ai non residenti sbarcare mezzi a motore, fa eccezione il periodo che va dai primi di novembre a Pasqua. Tuttavia l’auto non è necessaria a Capri: c’è una sola strada carrozzabile e il servizio di trasporti pubblici funziona con regolarità.

Una volta messo piede sull’isola per arrivare nella storica Piazzetta potete prendere la funicolare (di fronte al molo) o un taxi. Inoltre, gli hotel mettono a disposizione dell’ospite transfert con la navetta.

Dove dormire

L’accoglienza di Capri è impeccabile e l’offerta alberghiera è diversificata: potete scegliere strutture sofisticate (come nello spirito dell’isola), hotel di design o graziosi bed&breakfast a conduzione familiare.

Nella centralissima Via Camerelle, sorge l’intramontabile Hotel Quisisana 5 stelle dotato di camere ricche di charme e di ogni genere di comfort, parco privato, centro benessere e SPA, 2 piscine, noleggio natanti e ristorante.

Sempre di categoria lusso superiore, l’Hotel Tragara con affaccio sui Faraglioni. Il servizio è ineccepibile, le camere sono ampie e dotate di ogni comfort, la piscina è panoramica.

Sono moltissime le strutture alberghiere a 5 e 4 stelle, fra queste vi ricordiamo l’Hotel Regina Cristina a 2 minuti dalla Piazzetta di Capri, principale zona dello shopping della città. Offre sistemazioni ampie (quelle al 4° piano sono panoramiche) con elementi di artigianato locale oltre a una piscina stagionale e un ottimo ristorante.

È possibile prenotare deliziosi hotel 3 stelle come la storica Villa Krupp in Viale Matteotti. La Guest House La Piazzetta, nel centro di Capri e a 15 minuti a piedi dalle spiagge, è dotata di camere arredate con sobrietà e climatizzate, una terrazza con vasca idromassaggio gratuita e WI-FI gratuito. L’alternativa sono i residence e i B&B.

Le Spiagge

Capri è atmosfera chic e profumo di limoni. L’isola, di origine vulcanica, è a picco sul mare pertanto le spiagge sono pochissime e sono di ciottoli, non di fine sabbia bianca. La maggior parte degli accessi al mare sono costituiti da una piattaforma su cui sono disposti lettini e ombrelloni.

La spiaggia più alla moda è Luigi ai Faraglioni e bisogna prenotare con uno o due giorni d’anticipo. Per arrivarci, potete scendere circa 200 scalini con vista su Tragara o via mare dalla Canzone del Mare.

Torre Saracena è la spiaggetta di Marina Piccola, una delle pochissime con i ciottoli, sicuramente la più bella e la più frequentata dalle famiglie con figli. Super famoso è lo stabilimento La Canzone del Mare, meta di vip. Il lido è molto esclusivo e comodo perché si sviluppa su diverse terrazze. Inoltre, dispone di un eccellente ristorante.

La spiaggia di Gradola, sulla strada per la Grotta Azzurra, è frequentata dagli appassionati dello scoglio e dagli anacapresi. Si arriva in bus e ci si può distendere al sole sugli scogli gratuitamente. Nei pressi di Gradola, troverete due ristoranti di ottimo pesce: Da Giovanni e il Riccio.

Spostandovi verso Anacapri, il lato meno patinato dell’isola, troverete la spiaggia del Faro di Punta Carena. Lo stabilimento è fornito di ristorante e poco prima della discesa a mare incontrerete dei piccoli bar ben frequentati. Si può prendere il sole sugli scogli senza pagare e il tramonto è da fiaba.

Cosa Vedere e Cosa Fare a Capri

Attrazioni e luoghi d’interesse

Il centro storico isolano si distingue in due quartieri: il primo delimitato dalle Vie M. Serafina, S. Aniello, l’Abate e Posterla (piccola porta) che si è sviluppato dopo il 1300 intorno alle Case Grandi e il secondo, a Nord, sorto intorno alla chiesa di S. Maria delle Grazie dell’XI e molto più antico. Tutt’intorno si snodano le tipiche viuzze di Capri compresa Longano che costeggia le mura megalitiche risalenti al VII sec. a.C.. Questi nuclei abitativi erano costituiti da case piccole con piccole corti, spesso contigue così da essere sbarrate facilmente in caso di incursioni saracene.

Sebbene l’isola sia piccola, sono numerosi i monumenti da scoprire. Partiamo da Villa Jovis che si trova sulla sommità del promontorio orientale. Si tratta dell’ultima residenza dell’imperatore Tiberio e della villa romana più grandiosa dell’isola. Segue la medievale Certosa di San Giacomo infossata fra l’altura del Castiglione e il Monte Tuoro. Sembra che questo luogo non sia mai rientrato nel novero degli edifici imperiali.

Villa Lysis, altrimenti nota come Villa Fersen, dal nome del conte francese che la fece edificare nel 1905, sorge isolata e circondata dai rampicanti di un vasto giardino. Si caratterizza per archi e tetti a cupola dallo stile classico. Da percorrere la panoramica strada di Tragara che conduce al Belvedere ed ai sottostanti Faraglioni.

Se andate ai Giardini di Augusto, una serie di terrazze fiorite, potrete riempirvi gli occhi di impareggiabili bellezze naturali: da un lato i Faraglioni e dall’altro la Baia di Marina Piccola e i tornanti di Via Krupp. Intorno la Valle della Certosa, il Monte Tuoro, il Monte San Michele e il Monte Tiberio.

Con un gozzo, arrivate alla Grotta Azzurra, una cavità carsica sul versante nord-occidentale dell’isola. Si chiama così perché l’ingresso, parzialmente sommerso, fa filtrare poca luce creando sulla superficie un’intensa tonalità di blu. Da visionare anche l’Arco Naturale, una struttura di natura calcarea erosa dall’acqua marina tanto da diventare larga 12 metri per un’altezza di 18 metri sul livello del suolo.

Verso Anacapri, sul versante Nord-est, avrete l’opportunità di ammirare i resti del Castello Barbarossa, probabilmente la maggiore fortificazione di età bizantina. La visita è interessante anche per il giardino botanico. Meravigliosa nella sua unicità la Casa Rossa edificata a fine ‘800 dal colonnello dell’esercito sudista americano John Clay MacKowen. Questa dimora storica, situata nel centro di Anacapri, è fra le più singolari ed eclettiche di Capri. Oggi ospita la collezione comunale di dipinti ottocenteschi. Sempre nel lato alto dell’isola non dimenticate di visitare Villa San Michele e il suo parco.

Da vedere nei dintorni

I dintorni di Capri sono spettacolari al pari dell’isola azzurra. A meno di un’ora di traghetto potrete visitare la Costiera Amalfitana con le sue baie e insenature, la perla Positano e la meravigliosa e struggente Napoli, dal Palazzo Reale al Teatro San Carlo passando per Castel dell’Ovo e Castel Sant’Elmo. E poi i musei, il centro storico e San Gregorio Armeno, il quartiere noto in tutto il mondo per l’arte dei maestri presepiali.

Eventi estate

Capri ospita iniziative e manifestazioni di rilievo nazionale e internazionale tutto l’anno. A metà maggio si può assistere alla Regata dei Tre Golfi e alla processione di San Costanzo, il patrono dell’isola. Dal 29 giugno all’8 luglio torna l’appuntamento Le Conversazioni, incontri con scrittori internazionali sulla terrazza di Tragara.

Il 9 luglio nel centro storico di Anacapri si svolge Pizza Jazz, degustazione di pizza e birra artigianale. Il 15 agosto imperdibile la Festa di Ferragosto sulla spiaggia di Marina Grande, tanta musica e degustazioni di prodotti tipici locali, mentre dal 27 agosto al 2 settembre, ad Anacapri, buon appetito con la sagra Antica Festa dell’Uva.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)