Isole Saroniche: guida alla Grecia meno turistica

Isole Saroniche, guida estate
Un bellissimo scorcio dell'isola di Egina, nelle isole Saroniche


Con un fascino che nasce dal fatto di essere fuori dalle classiche mete più turistiche, le isole Saroniche sorgono a due passi da Atene, così vicine alla Grecia Continentale da sembrarne quasi offuscate.

In realtà, tra le molte isole Greche, queste sono le preferite dagli ateniesi che se le tengono strette: in effetti, basta guardarle meglio, per capire al volo che hanno davvero poco da invidiare alle isole più conosciute: animate e con una vivace vita notturna, calzano a pennello per tutti quei giovani che cercano una vacanza completa tra mare e divertimento, vantano strutture di buon livello che tanto piaceranno alle famiglie con i bambini e ovviamente annoverano tra le loro coste alcune bellissime spiagge e un mare pulitissimo.

Sono Poros, Spetses, Hydra, Angistri, Egina e Salamina: le isole Saroniche che non aspettano altro che essere scoperte e vissute anche dai turisti più smaliziati. Eccole!

Isole Saroniche: come organizzare la vacanza

Dove si trovano e come raggiungerle

Le isole Saroniche si trovano subito a sud di Atene, sparse tra il Golfo Saronico e il Golfo Argolico. Non ci sono voli diretti dall’Italia, ma si raggiungono velocemente dal porto del Pireo: basterà quindi, prendere un volo per Atene, spostarsi al Pireo e prendere uno dei tanti collegamenti con queste isole.

I collegamenti hanno durata variabile a seconda della distanza, ma non impiegano più di tre ore per raggiungere le più lontane, come Hydra e Spetses, mentre in soli 15 minuti sarete sulle spiagge di Salamina. Ovviamente le isole sono anche collegate tra loro: ciò vi permetterà di visitarne anche 3 o 4 nella stessa vacanza.

Isole Saroniche, guida estate
Un bellissimo scorcio dell’isola di Egina, nelle isole Saroniche

Dove dormire

Hydra è certamente un piccolo gioiello da tenere in considerazione se cercate un luogo rilassante e tranquillo: a Hydra, infatti, non ci sono auto e ci si sposta a piedi oppure a dorso di un mulo. Inoltre non ci sono resort o grattacieli e la speculazione edilizia è quasi del tutto azzerata, proprio per lasciare intatte le peculiarità del territorio. L’isola è comunque abbastanza cara, quindi se cercate una soluzione più economica vi consigliamo di dirigervi verso Salamina o Egina che essendo più grandi e avendo un’offerta ricettiva più ampia, sono anche leggermente meno care.

Il giusto compromesso tra un’isola non troppo estesa e prezzi non troppo alti è rappresentata da Angistri e Poros: qui troverete diverse sistemazioni anche a 20,00 € a notte e senza dover prenotare con tantissimo anticipo dato che appena sbarcati vi accorgerete che è tutto un brulicare di studios, appartamenti e sistemazioni per tutte le tasche. In particolare a Poros: così vicina e ben collegata a Galatas, che avrete la scelta di soggiornare sulla terraferma del Peloponneso e raggiungere Poros in pochi minuti di aliscafo.

Isole Saroniche: quale scegliere?

Poros

Separata dalla terraferma da un lembo di mare di soli 300 metri è l’isola giusta per chi cerca un’alternativa alla calura di Atene. Anche se si parla di “isola di Poros”, in realtà le isole sono due: una più verde e selvaggia, l’altra più moderna e sofisticata. Le due isole sono collegate tramite un ponte e quasi tutte le attività si svolgono a Poros Città, classica cittadina dallo stile greco con le sue casette bianche affacciate sul mare.

Le spiagge non sono così indimenticabili come si potrebbe pensare, ma comunque non resterete delusi: se amate le comodità greche, dirigetevi verso la sabbiosa Askeli costellata di servizi, negozi e taverne, ma anche da tanta gente. In alternativa, potrete proseguire verso la spiaggia di Monastiri che si trova appena sotto al monastero di Zoodochos Pigis.

Da tenere in considerazione anche le spiagge di Megalo Neorios, a nord est di Poros città, Love Bay e Russian Bay, quest’ultima diventata famosa perché vi attraccarono le navi russe per difendere i greci dagli attacchi turchi.

Spetses

La più lontana dalla terraferma, è la più amata dal turismo ateniese. Ed è anche la più esclusiva tra le isole Saroniche, tant’è che è proprio Spetses la preferita da tutti coloro che cercano un certo livello di comfort. Ristoranti, taverne, ma anche locali e ottimi servizi, fanno di quest’isola una destinazione da prendere in considerazione se si è alla ricerca di una meta completa, tra belle spiagge e dolce vita.

Il cuore della vita dell’isola si svolge a Dapia dove sono concentrate anche la maggior parte delle strutture turistiche e i locali. Le spiagge sono quasi tutte caratterizzate da sabbia e ciotoli e sono concentrate sulla costa meridionale, mentre a nord si possono trovare alcune calette nascoste che sono davvero sorprendenti.

Le spiagge da non perdere sono quelle di Paraskevi, di Agia Marina e quella di Agioi Anargiri, consigliata alle famiglie con i bambini grazie alla presenza di taverne e servizi al fondale che degrada dolcemente verso il largo. Se vi trovate a Spetses in agosto non perdetevi il festival Anagyria, ricco di eventi e appuntamenti.

Hydra

Hydra è senz’altro la più conosciuta delle isole Saroniche e a ragion veduta: a prima vista anche troppo sfacciata ed ordinata tanto da ricordare un po’ Capri e un po’ Portofino, Hydra, in realtà sprizza energia grazie alla sua autenticità. Conosciuta anche per aver ospitato personaggi famosi del calibro di Sophia Loren e Leonard Cohen, Hydra piace anche per la sua tranquillità: come vi abbiamo già detto, sull’isola non ci sono auto, ma soltanto muli e persone a piedi.

E le spiagge? Diciamolo, a Hydra non ci sono le magnifiche spiagge greche che potremo pensare. Queste si riducono a due o tre e si tratta sempre di piccole insenature con un bel mare cristallino, ma con un lembo di spiaggia non troppo sorprendente. Alcune di esse non sono neanche raggiungibili a piedi, ma occorre prendere la barca. Comunque le spiagge da segnarsi sono quelle di Mandraki, Plakes Beach, Kamini e Vilchos.

Angistri

Piccola, accogliente e facile da raggiungere, Angistri è la soluzione giusta per chi cerca un’isola dove rilassarsi, tra piccole spiagge e graziose taverne dove mangiare dell’ottimo pesce pescato in giornata.

Angistri conta quattro piccole cittadine: la più grande è Skala dove attraccano i traghetti provenienti dal Pireo e dove si trova una buona concentrazione di negozi e taverne oltre che di sistemazioni e studios. Le spiagge più carine di Angistri, sono quelle di Dragonera, Aponissos e Chalkiada.

Egina

A soli 40 minuti dal porto di Atene, Egina è quasi un sobborgo della capitale. E’ poco turistica, ma molto amata dai giovani greci per la sua vita notturna e i suoi locali alla moda. Ovviamente non aspettatevi Mykonos, ma alcuni locali giusti si trovano anche ad Egina.

Oltre ad alcune spiagge graziose, l’isola è famosa per il pistacchio, per i fichi e per il tempio di Aphaia, considerato uno degli esempi archeologici meglio conservati della Grecia. Tra le spiagge ricordiamo quella di Marathonas, Vaya e Perdika.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)