Home » Mare Italia » Puglia Mare » Porto Selvaggio: dove si trova e come arrivare al parco naturale

Porto Selvaggio: dove si trova e come arrivare al parco naturale

Porto Selvaggio in Salento
Un tratto di costa della baia di Porto Selvaggio vista dal mare.


La Puglia con il suo Salento è una delle zone più amate dal turismo estivo. In effetti, una volta visitati e visti con i proprio occhi, ci sono dei luoghi che restano nel cuore. E’ il caso di Porto Selvaggio, una baia che si trova all’interno dell’area protetta del Parco Naturale di Porto Selvaggio, dichiarato tale nel 2006. Quest’area brulla e rocciosa, tipicamente mediterranea, di circa 1.000 ettari, si trova a metà strada tra Porto Cesareo e Gallipoli, due delle località balneari più affollate e apprezzate della zona.

Che vogliate fare un tuffo in mare o un semplice bagno, un giro con la maschera o percorrere uno dei sentieri, in quest’area protetta tutto è bellissimo e da scoprire. Tra l’altro il fatto di dover percorrere circa 1 Km per raggiungerlo, ne fa una meta non per tutti.

Porto Selvaggio in Salento: info utili e consigli

Il parco naturale

L’area protetta si trova a ridosso di Santa Caterina, all’interno del comune di Nardò, in provincia di Lecce e comprende la zona di Porto Selvaggio – Torre Uluzzo e la palude del Capitano. Le altre aree di estremo interesse naturalistico che sono dislocate lungo il litorale sono la Grotta del Cavallo, di origina calcarea, l’area archeologica di Serra Cicora, Torre dall’Alto, che delimita il parco, e la Torre Inserraglio.

Porto Selvaggio in Salento
Un tratto di costa della baia di Porto Selvaggio vista dal mare.

Dove si trova e come raggiungerlo

Se vi trovate già a Nardò, potete prendere la strada per S.Caterina, e seguire le indicazioni per Porto Cesareo sulla SP286. Lo stesso vale per chi proviene da Gallipoli: si segue la strada per S. Caterina e poi la litoranea in direzione Porto Cesareo. Potrete lasciare l’auto nel Parcheggio Porto Selvaggio al costo di circa 1,00 € l’ora e proseguire a piedi verso la baia. Il sentiero che conduce a Porto Selvaggio è lungo un chilometro e occorrono circa 20 minuti di cammino all’interno della pineta.

Dove dormire nei dintorni di Porto Selvaggio

Ovviamente, trovandosi all’interno di una riserva naturale, non potrete dormire vicino a Porto Selvaggio, ma dovrete cercare qualcosa nei dintorni. Essendo una zona molto turistica non avrete nessuna difficoltà a trovare la soluzione giusta per le vostre esigenze.

Ad esempio il B&B La Spiaggetta si trova a Santa Maria al Bagno e offre camere affacciate direttamente sulla spiaggia e una bellissima terrazza fronte mare. Al mattino viene servita una buona ed abbondante colazione.

Il Santa Caterina Resort & Spa è un hotel 4 stelle che si trova su una collina affacciata sul mare. Offre un centro benessere con servizi spa, una sauna, un bagno turco e una piscina con idromassaggio.

Il B&B A Casa di Laura si trova a Santa Caterina di Nardò e offre camere arredate in stile tradizionale, ben curate e spaziose. Tra i servizi in comune c’è un angolo cottura e un barbecue. Al mattino viene servita una buona colazione all’italiana.

La spiaggia di Porto Selvaggio

Baia di Porto Selvaggio

La spiaggia di Porto Selvaggio è in realtà un tratto di costa caratterizzata da scogli e sassi, perfetta per tutti gli amanti delle coste frastagliate e selvagge e per tutti coloro che si vogliono divertire a fare i tuffi. Infatti a parte qualche tratto dove il fondale è più dolce, nella maggior parte dei casi, tende ad essere subito profondo già vicino alla costa.

Alla sinistra della baia potrete vedere Torre dall’Alto, mentre a destra partono altri sentieri diretti verso l’interno del parco, perfetti per chi ha voglia di andare a scoprire altre parti della Riserva Naturale. Grazie alla conformazione della costa, il mare, di solito, appare sempre molto chiaro, trasparente e cristallino.

Baia di Uluzzo

La Baia di Uluzzo è un altro luogo da non perdere: ancora più selvaggia e ancora meno agibile di Porto Selvaggio, questa porzione di territorio è riservata a tutti coloro che non avranno problemi a percorrere un tratto di sentiero di media difficoltà. Lo spettacolo finale ripagherà di tutte le fatiche.

Nella Baia di Uluzzo ci sono diversi scogli da dove potersi tuffare, anche da altezze particolarmente alte. La zona è molto interessante anche dal punto di vista storico e archeologico: si possono vedere le rovine della Torre Uluzzo e alcune tipiche costruzioni salentine. Nella Grotta di Uluzzo sono state rinvenute diverse testimonianze storiche.

Spiagge libere e stabilimenti balneari

La baia di Porto Selvaggio e la Baia di Uluzzo sono aree ad accesso libero. Chi cerca, invece, la comodità di un lettino e di un ombrellone, potrà dirigersi verso lo stabilimento balneare Litos Porto Selvaggio che si trova nella zona settentrionale esterna al parco naturale. Nel tratto di costa è stata costruita una piattaforma in legno di 1000 metri quadrati dove vengono sistemati gli ombrelloni e i lettini per gli ospiti. Lo stabilimento offre anche un bar e un ristorante.

Cosa Vedere nei dintorni di Porto Selvaggio

Nell’area naturale di porto Selvaggio è possibile anche visitare la Grotta Cavallo dove sono stati rinvenuti dei resti e dei reperti dell’uomo di Neanderthal e Serra Cicora, un’altra area di importanza storica e archeologica.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)