Home » Mare Italia » Puglia Mare » Le 20 spiagge più belle del Salento

Le 20 spiagge più belle del Salento

Salento spiagge Top
Salento: tra le spiagge Top, sicuramente quella di Torre dell'Orso, qui in bassa stagione


Allora è deciso: vacanze in Salento! Ma il Salento è davvero grande, quindi è bene partire con le idee chiare su dove andare al mare!
In questo lungo articolo vi presentiamo quelle che secondo noi sono le 20 spiagge più belle del Salento, con una guida ai servizi e le indicazioni su come trovarle.

La terra del “tacco” d’Italia offre chilometri di coste sabbiose alternate a zone scogliose e la possibilità di immergersi nelle acque sia del Mar Ionio che del Mare Adriatico: è anche un luogo caratterizzato da forti tradizioni gastronomiche e religiose che spesso dettano il tempo all’interno di paesini delimitati dai classici muretti a secco che si trovano lungo le carreggiate.

E allora vediamo quali sono le spiagge del Salento, quelle più famose e frequentate e quelle meno conosciute, non perché meno belle, ma perché meno turistiche. Andiamo con ordine e partiamo dalla costa salentina che si affaccia sul Mar Adriatico, scendendo a mano a mano verso Taranto e il Mar Ionio.

Le spiagge della costa Adriatica

Qui lo scirocco che spira nel Mar Adriatico rende il mare calmo e invitante: e allora tuffatevi nel mare blu, tra grotte, insenature e spiagge color ambra (si, ambra!).

Punta Penne

Se vi trovate nei dintorni di Brindisi, non potrete perdervi questa distesa di sabbia situata a pochi chilometri dal centro della città. Qui ci vengono turisti, ma anche molti pugliesi DOC. Il mare è sempre pulito e trasparente e alcune zone dell’arenile sono attrezzate con ombrelloni, sdraio e molti altri comfort utili per trascorrere una piacevole giornata al mare. Subito a ridosso della spiaggia si trovano zone verdi tipiche della classica macchia mediterranea. Consigliata a chi vuole sorseggiare un aperitivo sulla spiaggia al calar del sole e a tutti gli amanti degli animali che non intendono staccarsi dal proprio amico a quattro zampe.

Salento spiagge Top
Salento: tra le spiagge Top, sicuramente quella di Torre dell’Orso, qui in bassa stagione

Torre San Gennaro

Scendiamo verso sud, in direzione di Lecce, ma senza toccare la cittadina pugliese. Fermiamoci piuttosto a Marina di Torchiarolo dove si trova la lunga spiaggia di Torre San Gennaro che, come la precedente, si alterna a costoni di roccia. Anche in questo caso si può scegliere di stendere il proprio asciugamano nel tratto di spiaggia libera oppure concedersi un ombrellone ed un lettino negli adiacenti stabilimenti balneari. E’ anche un luogo ideale per le famiglie con i bambini che potranno divertirsi a giocare in tutta sicurezza sulla riva.

Torre Chianca

Ci troviamo praticamente nei pressi di Lecce, in questa spiaggia molto particolare che si trova alla foce del fiume Idume. Nel momento in cui il mare e il fiume si incontrano, l’acqua diventa freddissima anche a causa delle polle sorgive dell’acqua dolce. La spiaggia è costeggiata dalla tipica macchia mediterranea e c’è la possibilità di usufruire dei comfort messi a disposizione all’interno degli stabilimenti balneari. Questa zona è spesso investita dal vento forte ed è per questo motivo che la spiaggia di Torre Chianca è amata da chi pratica windsurf e kitesurf.

San Foca

Recandosi verso Meledugno si incontra la spiaggia di San Foca dove i tratti di roccia e i faraglioni si alternano a spiaggette incantevoli. Lo spazio per stendere l’asciugamano non è poi così tanto, soprattutto nei momenti estivi di alta stagione, ma ne vale davvero la pena, visto che dall’arenile si gode della magnifica vista sullo scoglio dell’ “Otto”, chiamato così per la sua forma particolare, e verso la Grotta degli Amanti dove un romantico e triste racconto la caratterizza. In tutte le stagioni, soprattutto nelle giornate di vento forte, è possibile fermarsi ad osservare gli amanti di windsurf, kitesurf e surf che si cimentano in diverse evoluzioni.

Torre dell’Orso

Probabilmente una delle spiagge più famose e frequentate del Salento. Si trova anch’essa nel territorio di Meledugno e come la precedente vanta sia la Bandiera Blu che le 5 Vele di Legambiente. La spiaggia è lunga quasi un chilometro ed è costellata di stabilimenti balneari. Se cercate qualcosa di poco turistico, questa spiaggia non è il luogo adatto, altrimenti godetevi la splendida spiaggia bianca e il mare turchese che la bagna. Senza scordarvi di girare lo sguardo verso l’entroterra dove la macchia mediterranea delimita del dune di sabbia. L’immagine simbolo che contraddistingue questo tratto di costa è lo scoglio delle “Due Sorelle” che si erge nel centro della baia e racchiude anch’esso racconti e misteri.

Baia dei Turchi

Prima di arrivare alla spiaggia in assoluto più frequentata di tutto il Salento, si trovano altri tratti di costa da prendere in considerazione per concedersi una giornata lontano dai soliti sentieri turistici. Quindi una volta lasciata Torre dell’Orso potrete proseguire verso sud per incontrare le splendide spiagge di Torre Sant’Andrea, che si apre in mezzo ai faraglioni, di Frassanito, ideale per le famiglie e gli sportivi, e quella di Alimini, molto frequentata da famiglie, sportivi ed attrezzata con stabilimenti balneari ed un camping. Arriviamo quindi alla spiaggia di Baia dei Turchi che merita davvero una visita durante la vostra permanenza nel Salento.

Secondo la leggenda su questa spiaggia sbarcarono i Turchi diretti verso Otranto, da qui il nome. La spiaggia si può raggiungere con la navetta che fa da spola tra il parcheggio e l’arenile oppure passeggiando piacevolmente tra la brulla macchia mediterranea. Una volta giunti a destinazione potrete decidere se affittare un ombrellone presso uno stabilimento balneare oppure proseguire a piedi verso la spiaggia di Alimini che è collegata alla Baia dei Turchi.

Tra l’Adriatico e lo Ionio: le spiagge del Salento

Dove i due mari si incontrano, nella punta più estrema del tacco d’Italia.

Porto Badisco

Volete un luogo poco frequentato che sia paradisiaco? Ecco l’avete trovato. La piccola spiaggia si estende per poche decine di metri ed è racchiusa come all’interno di una piccola insenatura, luogo ideale per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Assolutamente consigliata anche a chi vuole concedersi un tuffo nel mare blu: la spiaggia degrada dolcemente verso il largo, ma se ci si tuffa dalla scogliera, si incontra subito il mare blu profondo. E allo stesso tempo si può risalire facilmente per una nuova avventura.

Da Santa Cesarea Terme a Gagliano del Capo

In questo lungo tratto di costa farete difficoltà a trovare una spiaggia nel vero senso della parola, visto che in questa zona si trovano scogliere e coste frastagliate. Perfetto per gli amanti delle immersioni che potranno dedicarsi alla scoperta delle grotte marine: in questa zona ce ne sono a decine. Comunque i tratti di scogliera più frequentati sono proprio quelli di Santa Cesarea Terme, del vicino Porto Miggiano, della famosa Grotta di Zinzulusa, della Cala dell’Acquaviva e di Marina di Marittima, e degli splendidi tratti di costa di Marina Serra e Marina di Tiggiano.

Santa Marina di Leuca

Siamo quasi al delimitare del Mar Ionio. Anche in questo tratto di costa dominano il paesaggio, le scogliere a picco sul mare. Si trova soltanto due tratti di spiaggia, in estate molto frequentati. Si può accedere alla spiaggia passando vicino all’hotel Terminal, oppure procedendo a piedi dal centro della baia. Tra un bagno e l’altro fermatevi anche ad osservare le vecchie bagnarole dove le donne di un tempo si concedevano dei bagni lontano da sguardi indiscreti.

Le spiagge del Mar Ionio

Siamo arrivati all’ultimo tratto di costa del Salento, luogo che racchiude bellissime spiagge ed arenili: sicuramente questa parte di costa è da non perdere.

Pescoluse

La spiaggia di Pescoluse ricorda un po’ quella dei mari d’oltreoceano: è proprio per questo motivo che si è aggiudicata il soprannome di Maldive del Salento. Non troverete sabbia bianca, visto che il suo colore ricorda un po’ l’ambra, ma avrete l’opportunità di camminare su una sabbia finissima, che vi darà la sensazione di camminare sul borotalco. Il litorale di Pescoluse è lungo oltre 5 chilometri e si estende dalla zona di Posto Vecchio fino a Torre Pali. E’ possibile scegliere se stendere il proprio asciugamano in tutta libertà o concedersi un ombrellone e un lettino in affitto. Ideale anche per le famiglie con i bambini che potranno giocare senza pericoli sull’arenile che degrada, fino ad un certo punto, molto dolcemente verso il largo. Da non sottovalutare anche la spiaggia finissima di Torre Pali che si trova all’estremo occidentale di Pescoluse.

Torre Mozza

Nei pressi di Ugento si trova la spiaggia cittadina di Torre Mozza, frequentata soprattutto dagli abitanti della cittadina. La spiaggia è caratterizzata da sabbia fine e bianca che degrada dolcemente verso il mare rendendo il luogo divertente e sicuro per i giochi dei bambini. Non a caso incontrerete molte famiglie che si concedono una giornata di relax. Non mancano i tratti di costa attrezzata che si alternano a spiagge libere.

Torre San Giovanni

Assolutamente da non perdere questa lunga spiaggia che si estende per sei chilometri sul litorale di Ugento. Il tratto di costa è stato insignito del titolo di 3 vele di Legambiente e non a caso: la spiaggia è fine e dorata e il mare sempre cristallino. Perfetto nei giorni di tramontana quando sembra una tavola azzurra dove tuffarsi. Lungo il litorale si alternano stabilimenti balneari a spiagge libere e nell’immediato entroterra di trovano camping e villaggi turistici. La zona che si affaccia sulle dune di sabbia è caratterizzata da zona verdi tipiche della brulla macchia mediterranea.

Da Torre San Giovanni a Punta Pizzo

Questo tratto di costa è basso e roccioso, ideale per chi vuole fare snorkeling e immersioni. Il mare è di un blu cobalto intenso e dall’alto della scogliera si intravede il fondale. Si trovano abbastanza facilmente scogli piatti da dove tuffarsi o per stendere un asciugamano per prendere il sole. I luoghi turistici più battuti sono quelli di Posto Rosso, Capilungo e Marina di Mancaversa.

Appena si arriva all’insenatura del porto di Gallipoli si cominciano a trovare altre spiagge sabbiose. La prima è quella di Punta Pizzo caratterizzata dalla cinquecentesca torre che domina il paesaggio mediterraneo. Tra speroni di roccia e scogli si trovano punti attrezzati con ombrelloni sdraio a noleggio ed altri di spiaggia libera.

Punta Suina

Una delle spiagge più famose e frequentate del Salento meridionale. Si tratto di due baie sabbiose che si affacciano su un isolotto tondeggiante che sbuca nel mezzo del mare. Si trova un bar attrezzato in stile caraibico, che la sera diventa il punto di riferimento dei giovani in cerca di divertimento. E’ possibile noleggiare ombrelloni e lettini oppure proseguire verso nord per trovare una lunga spiaggia libera dove stendere il proprio asciugamano in tutta tranquillità.

Baia Verde

Anche questa spiaggia di Gallipoli non ha bisogno di molte presentazioni: sempre molto affollata in estate, è l’ideale per i bambini e le famiglie che cercano una lunga distesa di sabbia dove il fondale degrada dolcemente verso il largo. La classica macchia mediterranea fa da sfondo a questo arenile. Di notte, Baia Verde si trasforma in un locale a cielo aperto dove centinaia di giovani in cerca di divertimento si ritrovano per ballare e passare una piacevole serata.

Porto Selvaggio

Se avete voglia di fare una bella camminata a piedi di quasi un chilometro per raggiungere un posto fuori dal comunque, allora siete nella spiaggia giusta. Porto Selvaggio è caratterizzata da una spiaggia di ciottoli e sabbia dove il fondale degrada dolcemente verso il mare. A parte la difficoltà per raggiungerla è anche il posto ideale per le famiglie con i bambini. Sulla spiaggia non ci sono aree attrezzate, ma soltanto un piccolo punto di ristoro.

Sant’Isidoro e Porto Cesareo

Entrambe delle bellissime e frequentatissime spiagge. Sono caratterizzate da un fondale basso e da sabbia finissima: ideale per i giochi dei bambini. Sono attrezzate con ombrelloni e sdraio da poter noleggiare o da punti di spiaggia libera.

Torre Lapillo

Impossibile lasciare la Puglia senza aver visitato Torre Lapillo dove il mare è trasparente e la sabbia finissima del colore del borotalco. E’ il punto di riferimento di famiglie e giovani ed è attrezzata per il noleggio di ombrelloni e lettini ed altre zone per stendere liberamente il proprio asciugamano. Nei punti attrezzati si trovano anche i miniclub per i bambini con animazione fino a sera.

Da Punta Prosciutto a Campomarino di Maruggio

Spiagge, spiagge e ancora spiagge. In pochi chilometri di strada troverete litorali ed arenili che potranno soddisfare qualsiasi esigenza. La spiaggia è sempre caratterizzata da sabbia fine, lambita da un mare cristallino e trasparente.

La Spiaggia adatta a te

Per facilitarvi la scelta del lido adatto a voi, riassumiamo qui di seguito le nostre spiagge preferite, raggruppandole per tipologia di cose da fare e target di turisti che vi troverete:

  • Spiagge per famiglie: Torre San Gennaro, Pescoluse, Torre Mozza, Porto Selvaggio, Sant’Isidoro, Porto Cesareo, Torre Lapillo, da Punta Prosciutto a Campomarino di Maruggio, Frassinito, Alimini.
  • Spiagge per giovani: Punta Penne, Torre San Giovanni, Punta Suina, Baia Verde, Torre Lapillo.
  • Spiagge per sport acquatici: Torre Chianca, San Foca, Frassinito.
  • Spiagge più turistiche: Torre dell’Orso, Baia dei Turchi, Santa Marina di Leuca, Pescoluse.
  • Spiagge per snorkeling ed immersioni: Porto Badisco, tratto di costa da Santa Cesarea Terme a Gagliano del Capo, da Torre San Giovanni a Punta Pizzo, Torre Sant’Andrea.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)